le Componenti del Lessico
le Parole

testo - pag.1

La "golpe" e il "lione"

 

In questo capitolo del Principe di Machiavelli, l'autore mette in rassegna quelli che dovrebbero essere gli attributi e i comportamenti del principe

 

Quomodo fides a principibus sit servanda = in che modo i principi debbano mantenere la parola data

Quanto sia laudabile in uno principe mantenere la fede e vivere con integrità e non con astuzia, ciascuno lo intende; nondimanco si vede, per esperienzia ne' nostri tempi, quelli principi avere fatto gran cose, che della fede hanno tenuto poco conto, e che hanno saputo con l'astuzia aggirare e' cervelli degli uomini; e alla fine hanno superato quelli che si sono fondati in sulla lealtà. Dovete, adunque, sapere come sono dua generazioni di combattere: l'uno con le leggi, l'altro con la forza: quel primo è proprio dello uomo, quel secondo è delle bestie: ma perchè el primo molte volte non basta, conviene ricorrere al secondo. Pertanto, a uno principe è necessario sapere bene usare la bestia e l'uomo. 

Il Principe, di Machiavelli



(prof. Chiodi)


lessico - pag.1

integrità (n.)  = in senso morale, l'essere integro, incorrotto. Sinonimi (onestà, rettitudine)

astuzia (n.) = sottigliezza d'ingegno, con cui si riesce abilmente a volgere a proprio vantaggio situazioni sfavorevoli. Sinonimi (furberia, scaltrezza)

nondimanco (cong.) = nondimeno, congiunzione con valore avversativo-limitativo

aggirare (v.) = girare attorno a qualcuno o a qualche cosa; in senso figurato abbindolare, ingannare

(prof. Chiodi)


guida - pag.1

- L'obiettivo di questa lezione è di spiegare cosa sia una "parola" in quanto unità di base della lingua, e secondo un criterio sintattico, minima unità sintattica nella frase.

- Dare la definizione della parola come il più piccolo elemento linguistico, dotato di significato autonomo e utilizzabile, in alcune circostanze comunicative, anche da sola

- Fare esempi di parole che possono essere utilizzate da sole e parole che non possono costruire un testo di senso completo come "casa, tavolo, finestra, cane...". Parole che invece possono essere utilizzate da sole "Orrore! Disastro!"

- Spiegare il concetto di relatività convenzionale: la parola è uno strumento di trasmissione di concetti o informazioni o idee attraverso il riferimento a convenzioni precedentemente pattuite, in base alle quali date sequenze di suoni o segni grafici indicano un significato riconoscibile sia da chi lo emette sia da chi lo percepisce. La convenzione di comunicazione deve intendersi condizionata con massima relatività ad aspetti soggettivamente riguardanti sia l'emittente, sia il percipiente, giacchè i medesimi lemmi possono essere espressi e compresi in modi differenti a seconda di variabili culturali, professionali, nazionali ecc...Ad esempio, la parola "faccia" per un architetto ha un significato, per un numismatico ne ha un altro

- In base ad una analisi tecnica, si ha una distinzione fra la parola scritta e quella orale, sottolineando come sia nata prima quella orale. La "parola orale" è una successione di suoni distinguibili per la loro diversa sonorità e per la loro pronuncia. La "parola scritta" è considerata la traduzione mediante rappresentazione grafica della parola orale e rende, mediante sequenze di segni convenzionali, le sequenze sonore di una trasmissione orale

- Individuare le parole nel testo e provare ad utilizzare quella stessa parola in un'altra frase. Ad esempio, la parola..

- Formare delle frasi con le seguenti parole: cavallo, fiore, casa, famiglia, macchina, tavolo, finestra, acqua

- Conclusione della lezione: la parola è l'unità di base della lingua, fondamentale nell'espressione di concetti e da scegliere molto accuratamente in base a ciò che si vuole comunicare 

(prof. Chiodi)


teoria - pag.1

La parola è l'espressione orale o scritta di una informazione o di un concetto, ovvero la rappresentazione di un'idea svolta a mezzo di un riferimento convenzionale. E' l'unità di base della lingua, il più piccolo elemento linguistico che sia dotato di significato autonomo e sia utilizzabile, almeno in certe circostanze comunicative, anche da solo. 

Parole come "casa, ragazzi, paese, bontà" hanno ciascuna un preciso significato autonomo, ma usate da sole non sono in grado di comunicare un messaggio di senso completo. Al contrario, parole come "Fermi!, Orrore!, Piove, Disdetta!", possono costruire di per sè un testo, in quanto comunicano un messaggio relativamente completo

(prof. Chiodi)


esercizi - pag.1

1) Individua tutte le parole all'interno del testo di Machiavelli e componi con essi delle frasi

2) Di tutte le parole individuate, spiega il significato

3) Formula delle frasi con delle parole che costruiscono un testo completo anche da sole, come la parola disdetta = Che disdetta!

(prof. Chiodi)