la Semantica del Pronome
Per Dimostrazione

testo - pag.1

L'INFINITO

  

Sempre caro mi fu quest'ermo colle,

E questa siepe, che da tanta parte

Dell'ultimo orizzonte il guardo esclude.

Ma sedendo e mirando, interminati

Spazi di là da quella, e sovrumani

Silenzi, e profondissima quiete

Io nel pensier mi fingo; ove per poco

Il cor non si spaura. E come il vento

Odo stormir tra queste piante, io quello

Infinito silenzio a questa voce

Vo comparando: e mi sovvien l'eterno,

E le morte stagioni, e la presente

E viva, e il suon di lei. Così tra questa

Immensità s'annega il pensier mio:

E il naufragar m'è dolce in questo mare.

G. Leopardi

(proff. Galeotti e Vecchi)


lessico - pag.1

ermo: è un aggettivo di registro alto che significa solitario, deserto, abbandonato; usalo per i luoghi, ma non per le persone

esempio: un'erma vetta (= una cima deserta) 

sedendo e mirando: sono due gerundi presenti 

mi fingo: immaginare nella fantasia 

esempio: a Carnevale i bambini si travestono e fingono di essere gli eroi della Marvel

si spaura: è una voce del verbo spaurare, transitivo che deriva dal sostantivo paura, e significa spaventare, aver paura

esempio:  i bambini spesso  si spaurano per il temporale

Ricorda: esiste anche il verbo spaurire, che significa far paura

esempio: non bisogna spaurire le persone anziane con certe notizie

stormir: è un verbo che indica il rumore fatto dalle foglie e dai rami degli alberi quando sono mossi dal vento

esempio: seduto sotto la quercia sentivo stormire le sue foglie

comparando:  è un verbo che significa confrontare, paragonare

esempio: non vorrai comparare la tua bici alla mia!

(proff. Galeotti e Vecchi)


guida - pag.1

Noto e ampiamente analizzato l'uso alternato dei dimostrativi da parte del poeta per portare al centro della meditazione la successione di finito e infinito nello spazio e nel tempo.

Puoi fare gli opportuni collegamenti e sottolineare come il limite non impedisca al poeta di andare oltre, anzi...

Puoi accostare al pronome dimostrativo (quella) anche gli aggettivi dimostrativi e gli altri suggerimenti di analisi che trovi alla voce "guida" relativa all'aggettivo dimostrativo. 

(proff. Galeotti e Vecchi)


teoria - pag.1

Il pronome dimostrativo indica una persona oppure un oggetto in riferimento

    - al tempo --> tra le sue canzoni amo quella antica, non questa recente,

   - allo spazio --> ho visitato la cattedrale e la pinacoteca: quella è in centro, questa è in periferia,

   - all'identità o al discorso --> le madeleine sono le stesse che Proust aveva mangiato da bambino

Ricorda:

  • questocodestoquello medesimostesso, tale e quale possono essere anche aggettivi
  • coluicoleicolorocostuicostei, costoro e ciò sono solo pronomi
  • il pronome stesso unito ad un pronome personale lo rafforza (cura te stesso)
  • il pronome stesso posto dopo un nome significa proprio lui (il padre stesso lo dice), lui in persona (Cesare stesso li guidava)
  • Ciò è solo maschile singolare (pensa a ciò che hai sentito)
  • questi quegli, sono utilizzati solo per sostituire un soggetto al singolare nonostante la forma plurale (Demostene e Cicerone furono due grandi oratori: questi era romano, quegli era greco)

(proff. Galeotti e Vecchi)


esercizi - pag.1

ESERCIZIO 1

Distingui nelle frasi il pronome dall'aggettivo dimostrativo:

DIALOGO DI UN VENDITORE D'ALMANACCHI E DI UN PASSEGGERE

Passeggere. Ma se aveste a rifare la vita che avete fatta né più né meno, con tutti i piaceri e i dispiaceri che avete passati?
Venditore. Cotesto non vorrei.
Passeggere. Oh che altra vita vorreste rifare? la vita ch'ho fatta io, o quella del principe, o di chi altro? O non credete che io, e che il principe, e che chiunque altro, risponderebbe come voi per l'appunto; e che avendo a rifare la stessa vita che avesse fatta, nessuno vorrebbe tornare indietro?
Venditore. Lo credo cotesto.
Passeggere. Né anche voi tornereste indietro con questo, non potendo in altro modo?
Venditore. Signor no davvero, non tornerei.
Passeggere. Oh che vita vorreste voi dunque?
Venditore. Vorrei una vita così, come Dio me la mandasse, senz'altri patti.
Passeggere. Una vita a caso, e non saperne altro avanti, come non si sa dell'anno nuovo?
Venditore. Appunto.
Passeggere. Così vorrei ancor io se avessi a rivivere, e così tutti. Quella vita ch'è una cosa bella, non è la vita che si conosce, ma quella che non si conosce; non codesta passata, ma quella futura. Coll'anno nuovo, il caso incomincerà a trattar bene voi e me e tutti gli altri, e si principierà la vita felice. Non è vero?
Venditore. Speriamo.
Passeggere. Dunque mostratemi l'almanacco più bello che avete.
Venditore. Ecco, illustrissimo. Cotesto vale trenta soldi.
Passeggere. Ecco trenta soldi.
Venditore. Grazie, illustrissimo: a rivederla. Almanacchi, almanacchi nuovi; lunari nuovi.

(adattamento da: G. Leopardi) 

(proff. Galeotti e Vecchi)


esercizi - pag.2

ESERCIZIO 2

Costruisci una frase per ognuno dei pronomi dimostrativi dell'esercizio precedente.

(proff. Galeotti e Vecchi)