Proposizione Finale

1. Significato

La subordinata finale è una proposizione che indica il fine o lo scopo cui è diretta l'azione della proposizione reggente. Per esempio:

reggente congiunzione proposizione
subordinata
finale
Enrico farebbe di tutto perché la sua mamma sia felice

Dunque come vedete, nella subordinata è indicata una circostanza che è l'obiettivo della azione espressa nella reggente: rendere felice la mamma.

2. Forma Esplicita

La subordinata finale in forma esplicita (quando cioè il verbo è un modo finito), è introdotta dalle congiunzioni subordinanti perché, affinché, che, onde, acciocchè oppure da locuzioni congiuntive come in modo che. La subordinata ha generalmente il modo Congiuntivo, perché si tratta comunque di costruzioni ipotetiche: non si può essere sicuri che lo scopo sarà raggiunto.

COSTRUZIONE
proposizione
reggente
congiunzione proposizione
subordinata
finale
... perché
affinché
onde
acciocchè
verbo al modo CONGIUNTIVO
(un fatto incerto o ipotetico)

Qualche esempio:

Enrico studierà sodo, affinché possa superare l'esame.

Il nostro Enrico studierà, ma non è certo che lo scopo possa realizzarsi ed è per questo che si usa il congiuntivo (ma se studia probabilmente sarà promosso!).

3. Forma Implicita

La subordinata finale può essere costruita anche in forma implicita, ed è introdotta dalle preposizioni per, a, si, dalla congiunzione onde, da locuzioni come con lo scopo di, al fine di, in modo che, nell'intento di e ha il verbo all'Infinito.

COSTRUZIONE
locunzione proposizione subordinata
al fine di
...
verbo al modo INFINITO

Enrico studia per per superare

A parte che Enricvo potrebbe anche studiare per la curiosità di conoscere cose nuove, diciamo come al solito che anche nella finale implicita il soggetto della subordinata è lo stesso soggetto della principale, perché il verbo della subordinata che è al modo Infinito non ha una persona di coniugazione.