Alterazioni e Lessicalizzazioni
I Verbi dei Giovani

testo - pag.1

Abbassarsi: "Oh, abbassati!", modo di riprendere chi si sta vantando eccessivamente o si sta imponendo sugli altri. Espressioni analoghe possono essere "abbassa la cresta", "vola basso"...

Accannare: smettere, accantonare qualcosa, farla finita con qualcosa o qualcuno.
Es. Accannare un gioco = smettere di giocare.
Accannare (detto di una relazione) = mettere fine alla relazione, lasciare qualcuno

Bigiare: saltare la scuola

Sgamare = accorgersi di qualcosa, vedere.
Es. Mi hanno sgamato a copiare = Mi hanno sorpreso a copiare

Segare= bocciare.
Es. Se non ti impegni, verrai segato = Se non ti impegni, verrai bocciato

(proff. Arnoldi e Paini)


guida - pag.1

Nella parte del TESTO ti sono stati proposti esempi tratti dal linguaggi di tuoi coetanei:

                 ci sono verbi a te noti? Quali? In quali casi tu invece usi altri verbi per dire lo stesso?

 Prova a fare una ricerca in internet sul gergo giovanile: quanti siti hai trovato? Prova ad analizzarne uno: conosci i termini presenti? Li usi con lo stesso significato?

Come avrai notato, esistono anche siti nati da lavorti di scuola:

                 ti è mai capitato di svolgere attività del genere? Ti piacerebbe? Perché?

                 Perché a tuo giudizio la scuola si occupa di "gergo giovanile"? E' un subdolo tentativo degli adulti di                      penetrare il vostro mondo o un positivo proposito di dialogo?

                 Perché ritieni che per i giovani sia importante possedere una propria lingua, pur conoscendo                                  l'italiano?

 Una famosa pubblicità odierna, per "fare fuga da scuola" usa un verbo diverso da "bigiare": ricordi quale ed in quale pubblicità?

(proff. Arnoldi e Paini)


teoria - pag.1

Per un'introduzione generale, vedi nel portale Comunicazione e Linguaggio > Il linguaggio giovanile.

Per quanto riguarda nello specifico i verbi, la situazione è la stessa; occorre quindi sempre tenere presente che si tratta di un linguaggio in perenne divenire, fortemente connotato per contesto sociale e geografico, non universale.

Oggi il gergo dei giovani è strettamente connesso con i mezzi multimediali a loro disposizione, per cui i giovani

whatsappano, chattano...

Ci sono tuttavia espressioni che si sono affermate nel tempo:

tubare, bigiare...

Molti termini derivano anche da detorsioni di vocaboli dialettali:

ciappinare = fare mille lavoretti, sapersi arrangiare in vari settori;

scranarsi = sedersi comodamente, riposarsi

Spesso si assiste anche ad usi traslati o proprio semanticamente nuovi di verbi già esistenti nella lingua italiana, come "andare", che a seconda del contesto può assumere valori molto diversi:

E' andata! = Pericolo/difficoltà superata o "abbiamo perso"

Ma sei andato?! = Sei impazzito?!

Guarda ora il seguente video:

https://www.youtube.com/watch?v=FJ4SMa3Bel0

(proff. Arnoldi e Paini)


esercizi - pag.1

Es. 1. Discuti con i tuoi compagni e crea un elenco di verbi usati tra di voi, quindi per ciascuno costruisci una frase.

Es. 2. Traduci il verbo giovanile usato in ogni frase dell'es. 1 con il suo corrispettivo in italiano corrente.

Es. 3. Confronta le tue frasi e traduzioni con i tuoi compagni: siete tutti d'accordo su uso e senso?

 
 
 

(proff. Arnoldi e Paini)