Forme Verbali Composte
i Verbi Servili

testo - pag.1

I gattini ciechi

Questo breve passo è tratto da uno dei tre racconti (La gioia e la legge, La Sirena, I gattini ciechi) che Tomasi di Lampedusa mise insieme, oltre al Gattopardo. E I gattini ciechi è quello più vicino come materia al Gattopardo

Il generale teneva duro: "Tu, Salina, credi a tutto quanto ti raccontano; o, per meglio dire, hanno voluto gettar del fumo negli occhi del tuo impiegato che dev'essere un fesso. Pane, cacio e lucerna a olio, questa è la vita giornaliera, la vera vita di Ibba; quando qualcheduno viene da Palermo si capisce che vuol fare lo sfarzo per abbagliare noi come s'illude di fare". Santa Giulia, sotto l'impeto delle notizie che voleva comunicare, si dibatteva nella sua poltrona: i piedi ben calzati battevano il pavimento, le mani gli tremavano, e la cenere della sigaretta gli nevicava sul vestito...

(prof. Chiodi)


lessico - pag.1

gettare fumo negli occhi (espress.)  = modo di dire  che significa far credere cose non vere come appannando la vista all'interlocutore in modo che non distingua bene i contorni di quanto vede

fesso (agg.) = stupido, sciocco, tonto

cacio (n.) = formaggio salato ed essiccato

sfarzo (n.) = ostentazione di lusso, di eleganza e di ricchezza

impeto (n.) = potenza travolgente con cui cose o persone avanzano. Sinonimi (veemenza, furia)

dibattersi (v.) = agitarsi, divincolarsi, far movimenti convulsi

calzato (agg.) = provvisto di calzatura

(prof. Chiodi)


guida - pag.1

- Questa lezione ha l'obiettivo di definire i verbi servili, il loro uso  e il loro valore semantico. Dunque inizieremo la lezione con la definizione propria di tali verbi, mettendo in evidenza quali siano quelli principali

- Fare esempi con frasi contenenti i verbi servili dovere, potere e volere, spiegando in che modo essi vengano utilizzati e come sia strutturato così il predicato verbale. 

Es.: 1) Io voglio andare a nuotare. 2) Tu vuoi partire con me domani? 3) Posso provare a parlargli io. 4) Posso aiutarti più tardi 5) Lucia dovrà accompagnare Luca all'aeroporto. 6) Luca deve vincere a tutti i costi 

- Per ognuna delle frasi di cui sopra, far notare come il verbo servile accompagni l'altro verbo posto all'infinito indicandone il tempo, il modo e la persona, precisando soprattutto la modalità secondo la quale va intesa l'azione. Mentre il secondo verbo indica il valore semantico principale del predicato.

Es.: Tu vuoi partire con me domani? Il predicato verbale è vuoi partire composto dal verbo vuoi (indica tempo, modo, persona e modalità dell'azione, ossia intenzione) e dal verbo partire (indica il valore semantico del predicato ossia l'azione di partire)

- Sottolineare all'interno del testo scelto tutti i verbi servili e far fare agli studenti altre frasi con essi

- Spiegare che questi verbi servili, oltre ad avere questa funzione, hanno anche un loro significato autonomo. Per es., riflettere su queste frasi: Erica vuole un bel gelato.  Erica vorrebbe tanto andare in vacanza con il suo compagno

- Far fare altre frasi agli studenti, alcune con i verbi servili, altre con questi stessi verbi ma con un loro significato autonomo

- Spiegare quale ausiliare abbiano questi verbi sia quando usati come ausiliari, sia come verbi predicativi

- Concludere la lezione dicendo che oltre a quelli di cui abbiamo parlato nella lezione e che sono i principali, ci sono altri verbi usati come servili e che hanno anche significato autonomo. E sono: osare, preferire, solere, sapere

(prof. Chiodi)


teoria - pag.1

Si dicono servili quei verbi che spesso accompagnano un altro verbo, posto all'infinito, prestando appunto un servizio che è quello di completrane il significato, indicandone la modalità dell'azione e precisando tempo, modo e persona. Dunque insieme con il verbo che accompagnano formano un sintagma. I principali verbi servili sono: dovere, potere e volere.

Es.: Io devo posso voglio partire 

Nella frase dell'esempio, il predicato verbale devo partire è costituito da due distinti verbi, il primo dei quali è "al servizio" dell'altro, mentre il secondo, posto all'infinito, esprime il valore semantico principale del predicato ossia l'azione del partire. Il primo verbo completa quello all'infinito indicando la persona, il tempo e il modo dell'azione ma, soprattutto, modifica il significato del verbo indicandone la modalità: dovere, possibilità o intenzione.

I verbi dovere, potere e volere oltre ad essere verbi servili, hanno anche un loro autonomo significato e possono dunque essere utilizzati come verbi predicativi.

Es.: Devo molto a Paola: grazie al suo conforto sono uscito da un brutto periodo.  Vorrei un gelato più tardi.  Puoi lavorare fino a tardi? Posso.

Nei tempi composti, i verbi dovere, potere e volere, quando sono usati come normali verbi predicativi, vogliono l'ausiliare avere.

Es.: Enrico ha voluto per sé l'orologio del nonno

Quando sono invece utilizzati come verbi servili, si costruiscono con l'ausiliare richiesto dal verbo che reggono.

Es.: Enrico ha dovuto studiare molto ieri.  Sara è dovuta partire presto stamattina

Altri verbi possono avere la funzione di verbi servili come osare, preferire, solere, sapere; Naturalmente però, essi hanno anche un loro significato autonomo.

Es.: Non oserò mai andare in quel luogo.  Preferisco studiare piuttosto che uscire.  Soleva trascorrere le vacanze in Puglia.  Non seppe dire di no!

(prof. Chiodi)


teoria - pag.2

(prof. Chiodi)


esercizi - pag.1

1) Sottolineare i verbi servili presenti nel testo e fare con essi altre frasi

2) Individuati i verbi servili nel testo, prova a ricostruire le frasi senza, per renderti conto della sfumatura che essi conferiscono al significato del verbo

3) Individua gli ausiliari dei verbi servili del testo e motivali

4) Dov'è il verbo servile in queste frasi

Posso provare a parlargli, ma sono sicura che non servirà

Chi vuole andare in moto, deve mettersi il casco

Lo abbiamo tempestato di domande, ma lui non ha voluto dirci nulla

Nonostante lo strappo alla caviglia, Piero non ha voluto smettere di gareggiare

Ma chi può aver detto una simile malignità?

5) Componi tre diverse frasi con i verbi dovere, potere, volere utilizzati come verbi predicativi 

6) Componi delle frasi con questi verbi utilizzati come servili: osare, preferire, solere

(prof. Chiodi)