la Morfologia del Verbo
la Collocazione Temporale: il Tempo

testo - pag.1

IL VERBO SOLITARIO

Il povero Dario è malato: / ha il "verbo solitario"...

[…]

Domandatelo a lui come si sente, / qual è la causa del suo soffrire:

vi dirà, precisamente, /che sono i verbi in are, in ere e in ire.

Lo tormentano in tutti i modi: / indicativo, congiuntivo, eccetera.

Lo hanno perseguitato / nel tempo passato

(sia prossimo che remoto) / e poco ma sicuro

gran noia gli daranno / anche nel tempo futuro.

Che spasimi atroci / quando deve coniugare

nelle sue strane voci / un verbo irregolare...

Per fortuna non manca / un gerundio medicinale:

il malato, giocando, / dimentica ogni male.

[da Gianni Rodari, Il libro degli errori]

(proff. Arnoldi e Paini)


lessico - pag.1

Spasimo: dolore fisico, acuto ed intenso, che spesso provoca anche contrazioni del corpo.

(proff. Arnoldi e Paini)


guida - pag.1

Rodari presenta nella sua filastrocca una serie di elementi che caratterizzano il verbo: quali?

Un tempo, soprattutto nelle scuole elementari, si usavano molto le filastrocche o i giochi di parole per aiutare i bambini a memorizzare i contenuti delle varie materie. Ne hai imparate anche tu? Quali?

(proff. Arnoldi e Paini)


teoria - pag.1

I modi hanno dei tempi che permettono di collocare l'azione sulla linea del tempo: rispetto ad un punto 0 un' azione/ situazione (y) può essere

y = 0 Presente ( y sta avvenendo nel momento zero)

Y > 0 Passato (y è già avvenuta, precede 0)

0 > y Futuro ( y avverrà dopo 0)

Esempi:

(Se il punto 0 è oggi, ore 12...)

alle 12 guardo il telegiornale > presente

Questa mattina mi sono svegliato alle 9 > le 9 vengono prima delle 12 > passato

Questa sera andrò al cinema > la sera viene dopo le 12 > futuro

(proff. Arnoldi e Paini)


teoria - pag.2

Se considero due azioni / situazioni, attraverso i tempi verbali posso capire se esse sono in rapporto di

  • Contemporaneità = avvengono insieme

Es.:  Studia e lavora

  • Anteriorità = l'azione / situazione X precede l'altra (y)

Es.: Aveva studiato (prima) Diritto ed (ora) è un avvocato

  • Posteriorità = l'azione / situazione X segue l'altra (y)

Es.: Luca ha promesso (prima) che verrà (poi)

(proff. Arnoldi e Paini)


teoria - pag.3

I tempi si dividono poi in

  • Semplici = formati da un solo verbo

Es.: faccio, cadente, avendo…

  • Composti = formati da ausiliare + participio passato

Es.: è andato, avendo detto, è colpito…

Non tutti i modi hanno tutti i tempi e gli stessi tempi!

Per riassumere, nella pagina seguente trovi una tabella dei tempi dei vari modi, divisi fra semplici e composti

(proff. Arnoldi e Paini)


teoria - pag.4

Modo

Tempo semplice

Tempo composto

Indicativo

Presente

Imperfetto

Futuro semplice

Passato remoto

Passato prossimo

Trapassato prossimo

Trapassato remoto

Futuro anteriore

Congiuntivo

Presente

Imperfetto

Passato

Trapassato

Condizionale

Presente

Passato

Imperativo

Presente

 

Infinito

Presente

Passato

Participio

Presente

Passato

Gerundio

Presente

Passato

(proff. Arnoldi e Paini)


esercizi - pag.1

Esercizio 1. Scrivi cinque frasi al presente, quindi trasformale premettendo a) ieri…; b) domani…

Esercizio 2. Trasforma le seguenti dichiarative oggettive cambiando i rapporti temporali come nell'esempio.

Esempio: Dico che oggi vado al cinema. Dico che domani… / che ieri…

  • Penso che Luca sia simpatico. → Penso che ieri …/Pensai (allora) che allora …
  • Raccontano che i lupi sono cattivi → Raccontano che prima… / Hanno raccontato (allora) che (allora) …
  • Penso di andare al mare → Penso che domani … / pensai che poi…

(proff. Arnoldi e Paini)