la Semantica del Verbo
Esprimere la ModalitÓ

testo - pag.1

L'ultimo viaggio e la morte di Gesualdo (parte IV, capitolo V)

Questo brano è tratto dal romanzo di Giovanni Verga "Mastro don Gesualdo". In esso viene descritta la cupa disperazione di Gesualdo nell'osservare la vita parassitaria della servitù

Avrebbe voluto pigliarsi anche lei fra le braccia, stretta stretta, e chiederle piano in un orecchio: - Cos'hai?...dimmelo...Confidati a me che dei guai ne ho passati tanti, e non posso tradirti! ... Ma anch'essa ritirava le corna come fa la lumaca. Stava chiusa, parlava di rado anche della mamma, quasi il chiodo le fosse rimasto lì, fisso... accusando lo stomaco peloso dei Trao, che vi chiudevano il rancore e la diffidenza, implacabili! Perciò lui doveva ricacciare indietro le parole buone e anche le lagrime, che gli si gonfiavano grosse grosse dentro, e tenersi per sè i propri guai. Passava i giorni malinconici dietro l'invetriata, a veder strigliare i cavalli e lavare le carrozze, nella corte vasta quanto una piazza

Mastro don Gesualdo, di G. Verdi

(prof. Chiodi)


lessico - pag.1

peloso (agg.) = insieme dei peli che coprono in tutto o in parte la superficie del corpo dell’uomo e di altri mammiferi; in questo contesto significa "che rivela la durezza"

implacabile (agg.) = che non dà tregua, molto intenso, estremamente molesto

invetriata (n.) = la superficie chiusa da vetri di una finestra o d'altro

strigliare (v.) = pulire, lisciare il pelo dei cavalli e dei muli

(prof. Chiodi)


guida - pag.1

- L'obeittivo di questa lezione è di spiegare il concetto di modalità

- La modalità è l'insieme delle risorse linguistiche che esprime la maniera di porsi di un interlocutore nei confronti di un altro. Essa può essere espressa attraverso, per esempio, i cosiddetti verbi modali (dovere, potere, volere); si tratta dei verbi servili che si combinano con un altro verbo coniugato all'infinito, per definire una particolare modalità dell'azione

  • Possibilità = verbo potere  Es.: Finalmente possiamo andare al mare
  • Volontà = verbo volere  Es.: Marco vuole tornare a casa
  • Necessità = verbo dovere  Es.: Dobbiamo studiare molto

Questi verbi sono costruiti con un infinito con il quale formano un sintagma verbale ovvero un unico predicato verbale

- Individuare i verbi modali/servili presenti nel testo di riferimento

- Far fare delle frasi agli studenti con verbi modali/servili discutendone con essi

- Dopo aver individuato i verbi modali/servili presenti nel testo, provare a sostituirli tra loro, ad esempio il verbo 2volere" con il verbo "potere" e viceversa. Con questo procedimento si metterà in evidenza la diversa sfumatura di significato che assumeranno le frasi

- Conclusioni: l'utilizzo dei diversi verbi modali/servili dipende dal significato che l'emittente vuole trasmettere con il proprio messaggio

(prof. Chiodi)


teoria - pag.1

Per modalità si intende l'insieme delle risorse linguistiche che manifestano il modo, ovvero l'atteggiamento del parlante rispetto all'enunciato prodotto. Esprime dunque la maniera di porsi di un interlocutore nei confronti di un altro. 

Uno dei mezzi più tipici per esprimere la modalità è attraverso l'utilizzo dei cosiddetti verbi modali, chiamati anche verbi servili: dovere, potere, volere

Es.: Marina vuole prendere un caffè; Paolo deve studiare molto; oggi possiamo andare al mare

       

(prof. Chiodi)


esercizi - pag.1

1) Componi delle frasi scritte con i verbi modali esprimendo la possibilità, la volontà, la necessità

2) Individua i verbi modali in queste frasi:

  • Marina deve andare a Roma
  • Paolo vuole mangiare un gelato
  • Dobbiamo prepararci per domani
  • Domani non potrò essere presente
  • Posso portarti al cinema?
  • Dobbiamo studiare di più per il concorso

3) Dopo avere individuato i verbi modali nelle frasi precedenti coniugali per iscritto

(prof. Chiodi)

indice del sito