la Semantica del Verbo
Momenti: la Fine

testo - pag.1

La nascita di Pinocchio

Questo brano è tratto dal terzo capitolo de "Le avventure di Pinocchio" di Carlo Collodi. Viene in esso presentato l'interno dell'abitazione di Geppetto, con tocchi molto rapidi. La scena è seguita poi dalla presentazione di Pinocchio, il cui carattere è già delineato attraverso i suoi primi atteggiamenti

Allora, dopo gli occhi, gli fece il naso; ma il naso, appena fatto, cominciò a crescere: e cresci, cresci, cresci, diventò in pochi minuti un nasone che non finiva mai. Il povero Geppetto si affaticava a ritagliarlo; ma più lo ritagliava e lo scorciva, e più quel naso impertinente diventava lungo. Dopo il naso gli fece la bocca. La bocca non era ancora finita di fare, che cominciò subito a ridere e canzonarlo. - Smetti di ridere, ti ripeto - urlò con voce minacciosa. Allora la bocca smesse di ridere, ma cacciò fuori tutta la lingua. Geppetto, per non guastare i fatti suoi, finse di non avvedersene, e continuò a lavorare

Le avventure di Pinocchio, di Carlo Collodi

(prof. Chiodi)


lessico - pag.1

scorciare (v.) = rendere più corto, accorciare; nel testo è presente il toscanismo "scorciva" che sta per "scorciava"

impertinente (agg.) = che manca di riguardo o di rispetto, irrispettoso, insolente

canzonare (v.) = prendere in giro, specialmente a parole

avvedersi (v.) = prendere coscienza di qualcosa, accorgersi

(prof. Chiodi)


guida - pag.1

- L'obiettivo di questa lezione è di mettere in evidenza i verbi che indicano il momento finale di una azione

- Verbi come "finire, smettere, cessare" seguiti da un verbo coniugato all'infinito con il quale formano un unico predicato verbale vengono utilizzati per esprimere il momento finale di una azione. Es.: Smettila di gridare! ; Luca ha finito di mangiare; cessate di far confusione!

- Dopo aver individuato nel testo di riferimento verbi che indicano il momento finale dell'azione, invitare gli studenti a comporre delle frasi scritte con questi verbi per verificare la comprensione

- Provare a confrontare queste due frasi "Paolo sta mangiando una pizza" e "Paolo ha finito di mangiare una pizza": nella prima frase, l'azione è descritta nel suo avvenire; nella seconda frase invece, l'azione è descritta nel suo momento finale

- Conclusioni: è possibile descrivere una stessa azione nei diversi momenti di svolgimento nel tempo

(prof. Chiodi)


teoria - pag.1

Verbi come "finire, smettere, cessare" seguiti da un verbo coniugato all'infinito e con il quale formano un unico predicato verbale vengono utilizzati per esprimere il momento finale dell'azione. 

Es.: Oggi finisco finalmente di studiare; Luca ha appena smesso di fumare; cessate di litigare! 

(prof. Chiodi)


esercizi - pag.1

1) Componi delle frasi scritte con verbi che indichino il momento finale dell'azione

2) Componi delle frasi scritte con verbi che indichino il momento iniziale di una azione e verbi che indichino il momento finale e osservane la differenza

3) Componi delle frasi scritte con i seguenti verbi, indicandone il momento finale:

  • studiare
  • giocare
  • correre
  • leggere
  • mangiare
  • guardare
  • cancellare
  • pulire

(prof. Chiodi)