la Valenza del Verbo
Verbi mono
Argomentali

testo - pag.1

La sapienza dei giganti 

Questo brano è tratto dall'opera di Giambattista Vico Scienza nuova, II libro, dedicato alla "Sapienza poetica", in cui Vico espone la metafisica delle origini. Si tratta di una metafisica poetica che coincide con le favole, cioè con i miti dei primi poeti teologi, nei quali si trovano le radici comuni alla poesia e alla religione delle età degli dei e degli eroi

 

Quivi pochi giganti, che dovetter esser gli più robusti, ch'erano dispersi per gli boschi posti sull'alture de' monti, siccome le fiere più robuste ivi hanno i loro covili, eglino, spaventati ed attoniti dal grand'effetto di che non sapevano la cagione, alzarono gli occhi ed avvertirono il cielo. E perchè in tal caso la natura della mente umana porta ch'ella attribuisca all'effetto la sua natura, come si è detto nelle Degnità, e la natura loro era, in tale stato, d'uomini tutti robuste forze di corpo, che, urlando, brontolando, spiegavano le loro violentissime passioni; si finsero il cielo esser un gran corpo animato, che per tal aspetto chiamarono Giove, il primo dio delle genti dette "maggiori", che col fischio de' fulmini e col fragore de' tuoni volesse loro dir qualche cosa

 

Scienza nuova, di G. Vico

(prof. Chiodi)


lessico - pag.1

altura (n.) = luogo alto, elevato

covile (n.) = luogo riparato nel quale abitualmente gli animali si rintanano per dormire o per nascondersi

eglino (pr.) = essi

attonito (agg.) = preso da sbalordimento di fronte a qualcuno che impressiona fortemente. Sinonimi (sbigottito, sbalordito)

cagione (n.) = causa, ragione, motivo all'origine di qualcosa

portare (v.) = comportare

fragore (n.) = rumore, strepito assordante, che si propaga rimbombando nell'aria

(prof. Chiodi)


guida - pag.1

- In questa lezione l'obiettivo è quello di definire i verbi monovalenti

- Dare la definizione di verbi monovalenti in quanto verbi che per avere un senso compiuto hanno bisogno di un solo argomento, cioè del soggetto. Sono principalmente verbi intransitivi come abbaiare, miagolare, camminare, saltellare e altri

- Individuare nel testo verbi monovalenti come brontolare. Questo verbo è un monovalente in quanto ha bisogno solo del soggetto. Infatti come si vede dagli esempi: Luca brontola; i miei zii brontolano sempre; mia nonna brontola continuamente

- Far comporre agli studenti frasi con verbi monovalenti. Es.: Stamattina ho corso molto; Aurora saltella allegramente; quel cane abbaia insistentemente

- Individuati i verbi monovalenti nel testo di riferimento, risalire al lemma e comporre delle frasi con essi

- Concludere la lezione dicendo che ogni verbo ha bisogno di determinati argomenti per avere un significato ben definito (tranne nel caso dei verbi zerovalenti). Quindi è proprio dal verbo che dipendono le varie espansioni 

(prof. Chiodi)


teoria - pag.1

I verbi monovalenti sono quei verbi intransitivi che hanno bisogno di un solo argomento, il soggetto, per avere senso compiuto. Verbi monovalenti possono essere: abbaiare, miagolare, dormire, correre, saltellare e altri. Es.: Lucy abbaia molto; il gatto di Luca miagola spesso; Enrico è partito ieri sera molto tardi

(prof. Chiodi)


esercizi - pag.1

1) Leggi un passo della tua antologia insieme ai tuoi compagni ed individuate i verbi monovalenti, spiegandone la definizione

2) Individua nelle seguenti frasi i verbi zerovalenti e quelli monovalenti:

  • Oggi ha piovuto molto
  • Il cane di Luca abbaia tutto il giorno
  • La rana saltella nello stagno
  • Stanotte ha grandinato tantissimo 
  • Sulle Alpi nevica sempre molto
  • Aurora ha camminato per un'ora intera

3) Componi delle frasi con i seguenti verbi monovalenti:

  • miagolare
  • ruggire
  • saltare
  • camminare
  • partire
  • nuotare
  • correre
  • fiorire

4) Prova a formulare un piccolo testo scritto utilizzando verbi monovalenti e verbi zerovalenti

(prof. Chiodi)