la Proposizione
la Frase Verbale

testo - pag.1

"Che bisogna fare?" domandò il piccolo principe. (INTERROGATIVA SEMPLICE)
" Bisogna essere molto pazienti", rispose la volpe. (INFORMATIVA/ESORTATIVA)
"In principio tu ti sederai un po' lontano da me, così, nell'erba. Io ti guarderò con la coda dell'occhio e tu non dirai nulla. Le parole sono una fonte di malintesi. Ma ogni giorno tu potrai sederti un po' più vicino…."
Il piccolo principe ritornò l'indomani. (ENUNCIATIVE)
"Sarebbe stato meglio ritornare alla stessa ora", disse la volpe. (DESIDERATIVA)
"Se tu vieni, per esempio, tutti i pomeriggi, alle quattro, dalle tre io comincerò ad essere felice. Col passare dell'ora aumenterà la mia felicità.
Quando saranno le quattro, incomincerò ad agitarmi e ad inquietarmi; scoprirò il prezzo della felicità! Ma se tu vieni non si sa quando, io non saprò mai a che ora prepararmi il cuore… Ci vogliono i riti". (ENUNCIATIVE)
"Che cos'è un rito?" disse il piccolo principe. (INTERROGATIVA SEMPLICE)
"Anche questa è una cosa da tempo dimenticata", disse la volpe.
"È quello che fa un giorno diverso dagli altri giorni, un'ora dalle altre ore. C'è un rito, per esempio, presso i miei cacciatori. Il giovedì ballano con le ragazze del villaggio. Allora il giovedì è un giorno meraviglioso! Io mi spingo sino alla vigna. (ENUNCIATIVE)
Se i cacciatori ballassero in un giorno qualsiasi i giorni si assomiglierebbero tutti, e non avrei mai vacanza" (OTTATIVA)

Antoine De Saint -Exupéry, Il Piccolo Principe, Tascabili Bompiani, pg.94

(prof. Pisani)


lessico - pag.1

Malinteso: equivoco, fraintendimento, falsa o errata interpretazione che è causa di incomprensioni

Es.: "Per evitare malintesi statemi bene a sentire"

Rito:

  •  in senso religioso il complesso di norme e comportamenti che regolano le cerimonie di un culto religioso per esempio nella liturgia cattolica il rito della santa messa, il rito nuziale, il rito del battesimo ecc...

Es: Il battesimo della piccolina si farà il prossimo Marzo

  • In senso non religioso, prescrizione, cerimonia, usanza in genere.

Es: "È ormai un rito che il giorno di Natale tutta la famiglia si riunisca in casa dei genitori"

(prof. Pisani)


guida - pag.1

I sintagmi  sono unità intermedie tra le parole e la frase e sono costituiti da parole o gruppi di parole che svolgono la medesima funzione.

Es: Martina passeggia al parco

Martina: sintagma nominale (costituito da una sola parola)

passeggia al parco: sintagma verbale (costituito da una struttura più articolata)

I sintagmi possono, a volte, cambiare il loro ordine senza modificare il significato della frase.
Es: Martina/ passeggia/ al parco
Al parco/ passeggia/ Martina
Passeggia/ al parco/ Martina?

Altre volte cambiando l'ordine dei sintagmi cambia anche il significato della frase.
È utile riflettere sul soggetto e sulle informazioni che su di esso ci fornisce il predicato.
Es: Nela/ ferisce/ Paolo che ha altro significato da: Paolo/ ferisce/ Nela

Prova a scrivere anche tu delle frasi di senso compiuto cambiando l'ordine dei sintagmi.

Ricorda che una frase semplice può essere:

  • enunciativa: descrive oggetti o racconta fatti 
  • interrogativa: pone domande
  • esclamativa: esprime sorpresa, stupore, paura
  • desiderativa: manifesta desideri
  • ottativa: manifesta speranze 

(prof. Pisani)


teoria - pag.1

La frase è un INSIEME DI PAROLE che esprime un concetto, un pensiero compiuto e autonomo.
Es: Album di foto io sfoglio 

Anche questo è un insieme di parole ma NON È UNA FRASE, NON HA SIGNIFICATO. 

Per avere una frase dobbiamo dare un ORDINE LOGICO alle parole e dare alle parole un LEGAME DI SIGNIFICATO (un SIGNIFICATO).

Es: Io sfoglio un album di foto. Questa è una frase: 

Nella frase c'è un SOGGETTO (chi o cosa fa qualcosa cioè compie un'azione) e un PREDICATO (cosa fa o cosa è il soggetto).
L'elemento centrale della frase è il VERBO chiamato anche PREDICATO. Intorno al verbo ci sono altre parole che hanno funzioni diverse.
Quando in una frase c'è un solo predicato, si dice FRASE SEMPLICE O PROPOSIZIONE
Es: Oggi nevica sulla riviera adriatica.
Quando in una frase c'è più di un predicato, si dice FRASE COMPLESSA O PERIODO.
Es: Sebbene oggi nevichi, per la prossima settimana è previsto sole sulla riviera adriatica.

Nei testi scritti la fine di una frase è indicata dal punto fermo, dal punto e virgola o dai due punti.

La frase VERBALE è quella con il VERBO
La frase NOMINALE è quella PRIVA DI VERBO.

(prof. Pisani)


esercizi - pag.1

Esercizio n. 1

L'ordine delle parole nelle seguenti frasi non è corretto. Sistema ogni parola al suo posto in modo da ottenere delle frasi di senso compiuto.
Es: Nuovo ho comprato un libro --> Ho comprato un libro nuovo
1. Luca Gaia scritto ha lettera lunga a 
2. non partire domani dovevi? 
3. montagne imbiancò neve la le 
4. anni Francesca ha quanti? 
5. un pane vorrei chilo di 

(prof. Pisani)