Funzione Pronominale e Funzione Aggettivale
Aggettivi e Pronomi Dimostrativi

testo - pag.1

I Fiumi

Mi tengo a quest'albero mutilato

Abbandonato in questa dolina
Che ha il languore
Di un circo
Prima o dopo lo spettacolo
E guardo
Il passaggio quieto
Delle nuvole sulla luna

...

Questo è l'Isonzo
E qui meglio
Mi sono riconosciuto
Una docile fibra
Dell'universo

Il mio supplizio
È quando
Non mi credo
In armonia

Ma quelle occulte
Mani
Che m'intridono
Mi regalano
La rara
Felicità

Ho ripassato
Le epoche
Della mia vita

Questi sono
I miei fiumi

Questo è il Serchio
Al quale hanno attinto
Duemil'anni forse
Di gente mia campagnola
E mio padre e mia madre.

Questo è il Nilo
Che mi ha visto
Nascere e crescere
E ardere d'inconsapevolezza
Nelle distese pianure

Questa è la Senna
E in quel suo torbido
Mi sono rimescolato
E mi sono conosciuto

Questi sono i miei fiumi
Contati nell'Isonzo

Questa è la mia nostalgia
Che in ognuno
Mi traspare
Ora ch'è notte
Che la mia vita mi pare
Una corolla
Di tenebre.

G. Ungaretti

(proff. Galeotti e Vecchi)


lessico - pag.1

dolina = avvallamento del terreno tipico delle zone carsiche

languore = debolezza sia fisica che spirituale

reliquia = in senso stretto è un corpo o parte di corpo di qualcuno considerato santo e venerabile

levigava = rendeva liscio

accoccolato = seduto sui talloni

beduino = appartenente ad una tribù che vive nel deserto del Sahara

supplizio = tormento, dolore intenso

mi intridono = mi bagnano, mi inzuppano

ardere = bruciare

torbido = acque timultuose e quindi non limpide, non trasparenti

corolla di tenebre = è una metafora e indica la fragilità (la corolla è la parte del fiore costituita dai petali, estremamente delicati) ma anche l'oscurità della vita (tenebre)

(proff. Galeotti e Vecchi)


guida - pag.1

Potresti provare a togliere tutti gli aggettivi e i pronomi dimostrativi dal testo della poesia e verificare come il senso cambi o i versi perdano il loro significato in relazione al senso di appartenenza che il poeta prova per i luoghi, in particolare i fiumi, che cita e che sono stati presenti lungo il corso della sua vita.

Val la pena ricordare che i Romani definivano il Mediterraneo "Mare nostrum", cioè se ne attribuivano il possesso.

Oggi in quale contesto è stata attivata una operazione definita "Mare nostrum"? Cerca le informazioni e discutine con i tuoi compagni.

(proff. Galeotti e Vecchi)


teoria - pag.1

Ricorda:

Per non confondere il pronome con l'aggettivo dimostrativo devi ricordare che

l'aggettivo si accompagna SEMPRE ad un nome, il pronome lo sostituisce

     Esempio: questo libro (aggettivo: è accompagnato da un nome) è mio, quello (pronome: sostituisce il nome) è di Luigi

(proff. Galeotti e Vecchi)


esercizi - pag.1

ESERCIZIO 1

Distingui nelle frasi pronomi e aggettivi dimostrativi

DIALOGO DI UN VENDITORE D'ALMANACCHI E DI UN PASSEGGERE

Passeggere. Ma se aveste a rifare la vita che avete fatta né più né meno, con tutti i piaceri e i dispiaceri che avete passati?
Venditore. Cotesto non vorrei.
Passeggere. Oh che altra vita vorreste rifare? la vita ch'ho fatta io, o quella del principe, o di chi altro? O non credete che io, e che il principe, e che chiunque altro, risponderebbe come voi per l'appunto; e che avendo a rifare la stessa vita che avesse fatta, nessuno vorrebbe tornare indietro?
Venditore. Lo credo cotesto.
Passeggere. Né anche voi tornereste indietro con questo, non potendo in altro modo?
Venditore. Signor no davvero, non tornerei.
Passeggere. Oh che vita vorreste voi dunque?
Venditore. Vorrei una vita così, come Dio me la mandasse, senz'altri patti.
Passeggere. Una vita a caso, e non saperne altro avanti, come non si sa dell'anno nuovo?
Venditore. Appunto.
Passeggere. Così vorrei ancor io se avessi a rivivere, e così tutti. Quella vita ch'è una cosa bella, non è la vita che si conosce, ma quella che non si conosce; non codesta passata, ma quella futura. Coll'anno nuovo, il caso incomincerà a trattar bene voi e me e tutti gli altri, e si principierà la vita felice. Non è vero?
Venditore. Speriamo.
Passeggere. Dunque mostratemi l'almanacco, quello più bello che avete.
Venditore. Ecco, illustrissimo. Cotesto vale trenta soldi.
Passeggere. Ecco trenta soldi.
Venditore. Grazie, illustrissimo: a rivederla. Almanacchi, almanacchi nuovi; lunari nuovi.

(adattamento da: G. Leopardi)

ESERCIZIO 2

Riscrivi il brano sostituendo ogni pronome dimostrativo con il corrispondente aggettivo e con il sostantivo adeguato.

(proff. Galeotti e Vecchi)