Funzione Pronominale e Funzione Aggettivale
Aggettivi e Pronomi Possessivi

testo - pag.1

Uomo del mio tempo

di Salvatore Quasimodo

Sei ancora quello della pietra e della fionda,
uomo del mio tempo. Eri nella carlinga,
con le ali maligne, le meridiane di morte,
t'ho visto – dentro il carro di fuoco, alle forche,
alle ruote di tortura. T'ho visto: eri tu,
con la tua scienza esatta persuasa allo sterminio,
senza amore, senza Cristo. Hai ucciso ancora,
come sempre, come uccisero i padri, come uccisero
gli animali che ti videro per la prima volta.
E questo sangue odora come nel giorno
Quando il fratello disse all'altro fratello:
«Andiamo ai campi». E quell'eco fredda, tenace,
è giunta fino a te, dentro la tua giornata.
Dimenticate, o figli, le nuvole di sangue
Salite dalla terra, dimenticate i padri:
le loro tombe affondano nella cenere,
gli uccelli neri, il vento, coprono il loro cuore.

(proff. Galeotti e Vecchi)


lessico - pag.1

carlinga = corpo dell'aereo, la fusoliera

ali maligne = la cattiveria dell'uomo viene trasferita all'aereoplano

meridiane di morte = le ali degli aerei segnano con la loro ombra il tempo della morte, come se fossero le aste delle meridiane

il carro di fuoco = il carro armato

forca = patibolo, struttura per impiccare i condannati

nel giorno / Quando il fratello disse all'altro fratello = richiamo all'episodio biblico di Caino che uccide Abele

pietra e fionda = richiamano la Preistoria

forche, ruote di tortura = richiamano il Medioevo e l'Inquisizione

carlinga, carro di fuoco, scienza esatta, sterminio = richiamano le due Guerre Mondiali

(proff. Galeotti e Vecchi)


guida - pag.1

Sul lessico

nel testo ci sono degli aggettivi possessivi, puoi manipolarlo e trasformarli in pronomi.

Sul contenuto

puoi fare un confronto con la poesia di Primo Levi, in apertura del libro "Se questo è un uomo", per riflettere sulla diversa posizione dei due poeti: Quasimodo invita l'uomo, colpevole delle più tremende atrocità, a dimenticare; Levi lo ammonisce a ricordare, pena un anatema.

          Se questo è un uomo

          Voi che vivete sicuri
          Nelle vostre tiepide case
          Voi che trovate tornando a sera
          Il cibo caldo e visi amici:
          Considerate se questo è un uomo,
          Che lavora nel fango
          Che non conosce pace
          Che lotta per mezzo pane
          Che muore per un sì o per un no.
          Considerate se questa è una donna,
          Senza capelli e senza nome
          Senza più forza di ricordare

          Vuoti gli occhi e freddo il grembo
          Come una rana d'inverno.
          Meditate che questo è stato:
          Vi comando queste parole.
          Scolpitele nel vostro cuore
          Stando in casa andando per via,
          Coricandovi alzandovi:
          Ripetetele ai vostri figli.
          O vi si sfaccia la casa,
          La malattia vi impedisca,
          I vostri nati torcano il viso da voi.

                    P. Levi

(proff. Galeotti e Vecchi)


teoria - pag.1

Ricorda:

Per non confondere il pronome con l'aggettivo possessivo devi ricordare che

l'aggettivo si accompagna SEMPRE ad un nome, il pronome lo sostituisce

     Esempio: il mio quaderno (aggettivo: è accompagnato da un nome) è rosso, il tuo (pronome: sostituisce il nome) è blu

(proff. Galeotti e Vecchi)


esercizi - pag.1

ESERCIZIO 1

Nelle seguenti frasi distingui i pronomi possessivi dagli aggettivi possessivi.

1) Per Natale andrò dai miei.

2) I suoi concerti sono favolosi.

3) Il professore vuole conoscere non solo il tuo parere, ma anche il loro.

4) Le mie scarpe sono più comode delle sue.

5) I vostri nonni sono stati molto gentili con me.

6) Qualcuno ha visto i miei occhiali?

7) Chi non ha il proprio cellulare può usare il mio.

8) I vostri hanno visto la pagella? 

9) Questo è il mio piatto, dov'è il tuo?

10) Sono più buoni i suoi dolci o i miei?

11) Nella mia borsa ci sono le tue chiavi e anche le sue.

ESERCIZIO 2

Con ognuna delle parole della lista costruisci una frase in cui la parola compaia sia come aggettivo che come pronome possessivo:

- mio

- tuoi

- propria

- altrui

- nostri

- vostra

- propri

(proff. Galeotti e Vecchi)