la Semantica del Pronome
il Ruolo di Sostituente

testo - pag.1

Tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino

Indovina chi viene a cena

Chi dorme non piglia pesci

Qualcuno volò sul nido del cuculo

Ognuno sta solo sul cuor della terra trafitto da un raggio di sole: ed è subito sera.

Quello che le donne non dicono

A me le guardie!

Nessuno è perfetto

Uno, nessuno e centomila

Se dici qualcosa che non offende nessuno, non hai detto niente. (O. Wilde)

(proff. Galeotti e Vecchi)


lessico - pag.1

Pagina "Testo"

lardo = grasso di maiale stagionato e aromatizzato, molto usato in cucina; famosissimo il lardo di Colonnata (località toscana)

lasciarci lo zampino = finire nei guai, trovarsi in trappola

metterci lo zampinio = impicciarsi dei fatti altrui, ma anche intromettersi per tentare di cambiare il corso degli eventi

cuculo = uccello diffuso in Europa, Asia e Africa; il suo nome è una parola onomatopeica che deriva dal suo verso

Per sapere cos'è una onomatopea, clicca sul link

Pagina "Esercizi"

Ka-Be = ti riportiamo le parole esatte di Primo Levi, dal libro "Se questo è un uomo":

Ka-Be è abbreviazione di Krankenbau, l'infermeria. Sono otto baracche, simili in tutto alle altre del campo,ma separate da un reticolato. Contengono permanentemente un decimo della popolazione del campo, ma pochi vi soggiornano più di due settimane e nessuno più di due mesi: entro questi termini siamo tenuti a morire o a guarire. Chi ha tendenza alla guarigione, in Ka-Be viene curato; chi ha tendenza ad aggravarsi, dal Ka-Be viene mandato alle camere a gas.

Tutto questo perché noi, per nostra fortuna, apparteniamo alla categoria degli «ebrei economicamente utili"

(proff. Galeotti e Vecchi)


guida - pag.1

Da presentare eventualmente come una "caccia al tesoro": a chi trova più pronomi nei titoli di film, libri, proverbi, ecc.

Eventualmente si possono inserire dei filtri relativi all'epoca a cui fare risalire la ricerca o all'argomento su cui concentrarsi o altro ancora: libri di letteratura europea del secondo Ottocento; canzoni di cantautori italiani degli anni '60 o '70; ...

(proff. Galeotti e Vecchi)


teoria - pag.1

Dal latino pro nomen = al posto del nome

È una parte variabile del discorso che sostituisce un altro termine:

  • un nome, proprio o comune (ho visto Maria e la ho salutata = ho visto Maria e ho salutato Maria, mi hanno parlato di un bel libro, e lo voglio comprare = mi hanno parlato di un bel libro, e voglio comprare il bel libro)
  • un aggettivo (tu sei alta, io non lo sono = tu sei alta, io non sono alta)
  • un altro pronome (non ho la penna, usiamo quella, che è sul tavolo = quella penna è sul tavolo )
  • una intera frase, sia dopo che essa è stata enunciata (ho incontrato Anna e ne sono contento = ho incontrato Anna e sono contento di avere incontrato Anna)...
  • ...sia prima che venga enunciata (Lo sanno tutti: domani si giocherà il derby = domani si giocherà il derby e tutti sanno che domani si giocherà il derby)

N.B.: La funzione di sostituente serve ad evitare le ripetizioni che appesantiscono la sintassi

(proff. Galeotti e Vecchi)


esercizi - pag.1

 ESERCIZIO 1

Trova e sottolinea nel brano tutti i pronomi, poi analizzali:

Alla marcia di uscita e di entrata non mancano mai le SS. Chi potrebbe negare loro il diritto di assistere a questa coreografia da loro voluta, alla danza degli uomini spenti, squadra dopo squadra, via dalla nebbia verso la nebbia? quale prova più concreta della loro vittoria?

Anche quelli del Ka-Be* conoscono questo uscire e rientrare dal lavoro, l'ipnosi del ritmo interminabile, che uccide il pensiero e attutisce il dolore; l'hanno provato e lo riproveranno. Ma bisognava uscire dall'incantamento, sentire la musica dal di fuori, come accadeva in Ka-Be e come ora la ripensiamo, dopo la liberazione e la rinascita, senza obbedirvi, senza subirla, per capire che cosa era; per capire per quale meditata ragione i tedeschi avevano creato questo rito mostruoso, e perché, oggi ancora, quando la memoria ci restituisce qualcuna di quelle innocenti canzoni, il sangue ci si ferma nelle vene, e siamo consci che essere ritornati da Auschwitz non è stata piccola ventura.

(P. Levi, "Se questo è un uomo")

 *consulta la pagina lessico

(proff. Galeotti e Vecchi)


esercizi - pag.2

 ESERCIZIO 2

Scrivi una frase con ognuno dei pronomi che ti indichiamo:

- il quale

- ne

- li

- gli

- me

- questi

- nessuno

- sè

- suo

- altri

- che

- quanti

- primo

- altri

(proff. Galeotti e Vecchi)