la Morfologia del Sostantivo
Sostantivi Difettivi

testo - pag.1

Il latte della donna fa bene al neonato, quello della mucca fa bene ai vitelli. "Fino a due anni i bambini dovrebbero essere alimentati con latte materno. Dopo i due anni, dimenticate ogni tipo di latte!". Questa vera e propria bomba è stata fatta esplodere agli inizi degli anni novanta dal celeberrimo dottor Benjiamin Spock, padre della moderna pediatria. Questa inversione di tendenza portò il dottor Spock ad abbracciare le tesi che da anni molti medici ed esperti (nonché vegan, macrobiotici ed igienisti) propugnano: il latte vaccino fa male, soprattutto in fase di crescita, perché può provocare molte deficienze immunitarie e disturbi vari, tra cui l'anemia, allergie e persino un insufficiente sviluppo cerebrale. In America e in Italia in molti si scagliarono contro Spock, definendo "vecchio arteriosclerotico" questa vera "leggenda della puericultura" che, a 89 anni suonati, ebbe il coraggio intellettuale di ammettere i propri errori e di dichiarare che il latte di vacca è adattissimo ai vitelli, ma non agli uomini. 

 

L'uomo è l'unico animale che continua a nutrirsi di latte anche dopo lo svezzamento. Che sia il desiderio di non diventare mai adulti? Il latte vaccino è un cibo per vitelli, non per l'uomo.

(da www.disinformazione.it)

(proff. Arnoldi e Paini)


lessico - pag.1

Vaccino: come aggettivo → "di vacca"; come sostantivo: medicinale per la prevenzione di malattie, di solito infettive.

Deficienze immunitarie: carenza di difese immunitarie (ogni organismo sano ne deve avere un certo livello)

Anemia: alterazione di uno o più elementi nel sangue

(proff. Arnoldi e Paini)


guida - pag.1

Cosa significa difettivo?

Utilizzando i sostantivi evidenziati nel testo spiega perchè sono difettivi, cosa manca a questi nomi?

Prova a fare altri esempi.

(proff. Arnoldi e Paini)


teoria - pag.1

Un sostantivo può essere:

difettivo del genere, cioè avere un solo genere (per l'altro genere usa un altro nome); e

difettivo del numero, cioè avere un solo numero, o solo singolare o solo plurale.

Esempio:

difettivo del genere: uomo (maschile)/donna (femminile)

difettivo del numero: la pietà; il latte; le forbici

Sono difettivi del plurale (cioè solo singolari):

 

  1. i nomi che indicano entità uniche: est, ovest, nord, sud; 
  2. i nomi che indicano malattie: la malaria, il raffreddore;
  3. i nomi che indicano elementi chimici e materiali: argento, il mercurio, l'oro;
  4. i nomi che indicano alimenti: il latte, il grano;
  5. i nomi che indicano concetti astratti: la saggezza, la superbia;
  6. alcuni nomi collettivi: la gente, il pollame.

 

Sono difettivi del singolare (cioè solo plurali):

 

  1. i nomi che indicano oggetti formati da due o più parti: le forbici, gli occhiali, le redini;
  2. i nomi che indicano gruppi di elementi: le spezie, le stoviglie, i viveri;
  3. alcuni nomi ereditari: ferie, nozze.

A volte tuttavia molti di questi nomi difettivi possono ammettere la forma mancante, in significati particolari:

un occhiale di Armani - un modello di occhiali firmato Armani

un pantalone di seta - un paio di pantaloni

i pani - i tipi/pezzi di pane

(proff. Arnoldi e Paini)


esercizi - pag.1

ESERCIZIO 1

Nell'elenco seguente identifica i nomi difettivi di plurale

volontà, quadro, tabacco, pattume, fiore, pepe, pietà, orecchio, biscotto, luna;

ESERCIZIO 2 

Nell'elenco seguente identifica i nomi difettivi di singolare

alberi, ferie, fame, vettovaglie, dintorni, gonne, pantaloni, rose, scarpe, cesoie;

(proff. Arnoldi e Paini)