la Morfologia del Verbo
il Modo Imperativo

testo - pag.1

Dal Decalogo della raccolta differenziata di qualità

1. Separa correttamente gli imballaggi in base al materiale di cui sono fatti e mettili nell'apposito contenitore per la raccolta differenziata.

2. Riduci sempre, se possibile, il volume degli imballaggi: schiaccia le lattine e le bottiglie di plastica richiudendole poi con il tappo, comprimi carta e cartone.

3. Dividi, quando è possibile, gli imballaggi composti da più materiali, ad esempio i contenitori di plastica delle merendine dalla vaschetta di cartone oppure i barattoli di vetro dal tappo di metallo.

4. Togli gli scarti e i residui di cibo dagli imballaggi prima di metterli nei contenitori per la raccolta differenziata.

5. Sappi che la carta sporca (di cibo come i cartoni della pizza, di terra, di sostanze velenose come solventi o vernici), i fazzoletti usati e gli scontrini non vanno nel contenitore della carta

(proff. Arnoldi e Paini)


lessico - pag.1

Imballaggio: involucro, contenitore esterno che protegge il contenuto, soprattutto in caso di trasporto.

Solvente: sostanza, spesso liquida, usata per sciogliere un'altra sostanza. Ne è un esempio l'aceto, usato per rimuovere lo smalto dalle unghie.

(proff. Arnoldi e Paini)


guida - pag.1

L'Imperativo è il modo che esprime un ordine, un comando. 

Pensa a tutte le volte che ricevi degli ordini o dei rimproveri e nota come il verbo utilizzato sia l'Imperativo.

Fai degli esempi a voce.

(proff. Arnoldi e Paini)


teoria - pag.1

L'imperativo si usa per dare ordini categorici, comandi precisi. Per questo ha solo il tempo presente e solo la 2° persona sing./plur.

Nelle frasi negative si usa solo in rapporto ad un soggetto singolare (tu), e si forma con NON + INFINITO PRESENTE.

Esempi:

Vieni qui!  Forma positiva

Non venire qui!  Forma negativa.

(proff. Arnoldi e Paini)


esercizi - pag.1

Esercizio 1. Scrivi le regole che daresti ai tui compagni per mantenere la disciplina usando la forma dell'imperativo alla seconda persona plurale.

Esercizio 2. Fingi di essere uno chef e rivolgenedoti al tuo aiutante digli come eseguire la nuova specialità (utilizza la seconda persona singloare)

(proff. Arnoldi e Paini)