la Semantica dell'Aggettivo
Aggettivi Esclamativi

testo - pag.1

Il trionfo di Bacco e Arianna

 

Quant'è bella giovinezza,

che si fugge tuttavia!

Chi vuol essere lieto, sia:

di doman non c'è certezza.

 

(Lorenzo De' Medici)

(proff. Galeotti e Vecchi)


lessico - pag.1

tuttavia: in questo contesto non è un congiunzione avversativa (ma, bensì, però, o simili), ma un avverbio di tempo che indica lo scorrere di una azione non interrotta nel tempo

di doman non c'è certezza: ricorda la massima del poeta latino Orazio "carpe diem", ossia "cogli l'attimo"

ballata = è una forma di poesia di antica origine popolare, che viene anche detta "canzone a ballo" perché è collegata con la danza e con il canto. Le sue strofe si chiamano stanze, tra una e l'altra è presente un ritornello. Molto usata dai poeti fino al XV secolo circa, poi caduta in disuso e ritornata di moda nel corso del XIX secolo, quando viene ripresa da alcuni cantautori italiani, ad esempio De Andrè (La canzone di Piero, Marinella, Carlo Martello ritorna dalla battaglia di Poitiers)

(proff. Galeotti e Vecchi)


guida - pag.1

Dal testo alla teoria

Cerca nei testi, nelle canzoni o poesie che conosci, nei messaggi pubblicitari, altri aggettivi esclamativi e raccoglili; poi prova ad eliminarli o manipolarli e con compagni ed insegnante trova conferma alle regole della teoria.

Oltre il testo

- Puoi usare questa poesia, che per la precisione è una ballata, mettendola a confronto con il Carpe diem di Orazio (che ti proponiamo, ovviamente tradotto dall'originale latino) 

                  "Mentre parliamo il tempo sarà già fuggito, come se ci odiasse:
ruba un giorno, confidando il meno possibile nel domani."

ma anche con il film "L'attimo fuggente".

 

- Puoi ricercare il significato che Orazio voleva dare alle sue parole e vedere come lo ha inteso Lorenzo il Magnifico durante il Rinascimento e come invece il regista Peter Wair nel film citato.

(proff. Galeotti e Vecchi)


teoria - pag.1

L'aggettivo esclamativo introduce una esclamazione su qualità, quantità o identità del nome cui si riferisce

- devi usarlo sempre prima del nome

- non devi mai farlo precedere dall'articolo

Esempi: che paesaggio meraviglioso!

             quanti oggetti hai in camera tua!

(proff. Galeotti e Vecchi)


esercizi - pag.1

ESERCIZIO 1

 Costruisci una frase per ognuno dei seguenti aggettivi esclamativi:

 

 che - quale - quanta - quanto - quanti - quante 

(proff. Galeotti e Vecchi)


esercizi - pag.2

ESERCIZIO 2

 Correggi nelle frasi l'uso errato dell'aggettivo esclamativo, quando è necessario:

 

- Quanti bella cosa una giornata di sole!

- "Che bella cosa na jurnata e sole!" (da "O sole mio")

- Quali fonte di gioia sei tu per me!

- Quanto bei libri in questa biblioteca!

(proff. Galeotti e Vecchi)