la Morfologia della Preposizione
Preposizioni Proprie Articolate

testo - pag.1

Diario di Adamo

Forse non dovrei dimenticare che è giovanissima, nient'altro che una bambina, ed essere più indulgente. Tutto la incuriosisce, la infiamma, Eva è fuoco vivo; per lei il mondo è un oggetto affascinante, pieno di meraviglie, misteri, gioie, quando trova un fiore che non ha mai visto, il piacere che prova la lascia senza parole, sente il bisogno di coccolarlo, di accarezzarlo, di annusarlo, di parlargli e di ricoprirlo di nomi affettuosi. Va pazza per i colori: le rocce marroni, la sabbia gialla, le rive muschiose grigie, le foglie verdi, il cielo azzurro; il color perla dell'alba, le ombre viola sulle montagne, le isole d'oro al tramonto che galleggiano su mari cremisi, la pallida luna che veleggia tra brandelli di nuvole, i gioielli stellati che brillano nelle vastità dello spazio niente di tutto questo, per quanto mi riesce di capire, possiede un pur minimo valore pratico, ma poiché è colorato e ha un aspetto maestoso, questo le basta e lei ci perde il bene dell'intelletto. Se soltanto riuscisse a calmarsi, a stare ferma almeno due minuti di seguito, sarebbe uno spettacolo riposante. Se così fosse penso che mi piacerebbe starla a guardare; anzi sono sicuro che sarebbe così, perché credo di essere sul punto di convincermi che Eva è una creatura piuttosto bella snella, sottile, ben fatta, dalle linee precise e rotonde, agile, graziosa; una volta stava in piedi su una roccia, la figura bianca come di marmo, inondata di sole, la testa piegata all'indietro e la mano che le faceva schermo agli occhi, stava seguendo il volo di un uccello nel cielo, in quell'occasione dovetti ammettere che era bella. 

da "Il diario di Adamo", di M. Twain

(proff. Galeotti e Vecchi)


lessico - pag.1

indulgente = disposto a perdonare, non troppo severo

muschiose = coperte di muschio

veleggia = in senso proprio veleggiare significa navigare con un'imbarcazione a vela; in senso figurato (metaforico) significa andare dolcemente verso

ci perde il bene dell'intelletto = perde la ragione, la lucidità, la razionalità

(proff. Galeotti e Vecchi)


guida - pag.1

Dal testo alla teoria

- puoi usare il brano per distinguere preposizioni semplici e articolate

- puoi usare il brano per distinguere preposizioni proprie e improprie

Oltre il testo

Puoi usare il brano per discutere con i tuoi compagni sulle discriminazioni e i pregiudizi di genere, cioè sulle differenze uomo donna, sia in modo ironico come fa l'autore, sia legandole alla realtà del mondo di oggi e dei paesi di provenienza dei tuoi compagni di classe

Puoi usarlo per approfondire il significato e il valore delle metafore e/o dei proverbi o modi di dire che conosci e che sono relativi agli uomini e alle donne (ad es.: donna al volante, pericolo costante; l'uomo propone e la donna dispone)

A proposito di proverbi, puoi leggere quanto viene detto sull'argomento consultando la pagina dell'Esperanto che trovi al link indicato in calce alla pagina.

(proff. Galeotti e Vecchi)


teoria - pag.1

In base alla loro forma, puoi avere:

  • Preposizioni proprie, suddivise in:
    • Semplici, se le usi da sole (di, a, da, in, con, su, per, tra, fra),  
    • Articolate, se le unisci ad un articolo determinativo (del, allo, dalla, nei, sugli, colle, …)

Esempio: ho comprato un vaso di cristallo per la mia amica

               sono andata dalla parrucchiera nel nuovo quartiere cinese

Ricorda: le preposizioni articolate variano in genere e in numero

Esempio: ho ricevuto i complimenti dal babbo, dalla mamma, dagli zii e dalle zie

                

Ricorda: le preposizioni articolate non si fanno con PER - TRA - FRA; sono poco usate con CON

Esempio: vado al cinema con le (colle) mie amiche e con i (coi) miei amici

(proff. Galeotti e Vecchi)


esercizi - pag.1

ESERCIZIO 1

Usa il brano alla pagina "Testo" per riconoscere, distinguere e classificare i vari tipi di preposizione:

Preposizioni proprie semplici 
Preposizioni proprie articolate
Preposizioni improprie
Locuzioni prepositive

 

 

 

 
 
 

(proff. Galeotti e Vecchi)


esercizi - pag.2

ESERCIZIO 2

Nelle frasi seguenti sottolinea e distingui le preposizioni articolate dagli articoli partitivi:

- ho messo delle bistecche nel freezer                                            AP       PA

- oggi pomeriggio andrò al cinema con degli amici                           AP       PA

- il professore mi ha dato dei consigli preziosi per la mia ricerca       AP       PA

- il potere nutritivo del latte è molto elevato                                   AP       PA

- "Il posto delle fragole" é il titolo di un famoso film                        AP       PA

- mi occorrono delle fragole per decorare la torta                           AP       PA

- ho visitato l'India nella stagione delle piogge                               AP       PA

- il consigli degli amici sono talvolta molto utili                              AP       PA

- in quel castello, dicono, appaiono dei fantasmi                            AP       PA

- mi hanno regalato dell'ottimo vino francese                                AP       PA

- esco un attimo per imbucare delle lettere                                   AP       PA

- ho bevuto del latte gelato, stamattina, che mi ha fatto male        AP       PA

(proff. Galeotti e Vecchi)


esercizi - pag.3

ESERCIZIO 3

Ti forniamo la seconda parte dell'incipit di un romanzo fantasy di uno scrittore italiano; come vedi, nel brano sono state tolte tutte le preposizioni sia semplici che articolate. Leggilo con attenzione e rimettile:

La strada .......... casa

Una lieve folata ...... vento fresco lo distolse ...... suoi pensieri, riportandolo ...... realtà. Doveva affrettarsi, o anche stavolta avrebbe ricevuto una sonora strigliata ...... madre ...... il ritardo.
Era ormai giunto a metà ...... sentiero, quando, improvvisamente, sentì il sangue gelarsi ...... vene: era in pericolo.
La prima volta che aveva percepito quella sensazione era stata quando, da piccolo, ...... tentativo ...... suggere il latte direttamente ...... mammelle ...... mucca, aveva sbagliato recinto, ritrovandosi ...... quello ...... toro. Era stato soltanto grazie ...... quell'impressione che si era salvato la vita.
Accelerò il passo, cercando ............ farlo sembrare un cambiamento naturale: non doveva farsi prendere ...... panico. I suoi amici non si sarebbero mossi ...... lago prima ...... un'altra ora: inutile sperare che qualcuno lo raggiungesse.
Tese i sensi, concentrandosi, e gli sembrò ...... percepire due occhi puntati ...... schiena. Se avesse avuto qualcuno ...... spalle, avrebbe potuto sfruttare la consapevolezza ...... pericolo ...... proprio vantaggio, scartando lateralmente l'aggressore ...... momento opportuno. Avanzò ancora ...... qualche metro ...... muscoli pronti ...... azione. Poi, un rumore appena percettibile lo avvertì ...... attacco. Un’ombra fugace.
Provò a togliersi ......strada, rotolando ...... un fianco come aveva pianificato, ma fu troppo lento e andò ...... schiantarsi faccia ...... terra.
Un enorme peso lo bloccò ...... suolo, spingendogli l’aria fuori ...... polmoni. Un alito fetido proveniva ...... sue spalle, rendendo amara l’aria che, ...... stento, riusciva a inalare. Quattro grosse zampe premevano ...... sua schiena, penetrando la maglia ...... punto ...... cui la bestia poggiava gli artigli.

R. Saguatti, STONELAND I Signori del Vento e del Fuoco

(proff. Galeotti e Vecchi)

indice del sito