Climax e Anticlimax
Scopo e Caratteristiche

testo - pag.1

 

"Mio padre, la mia famiglia, il mio paese! Io voglio fottermene! Io voglio scrivere che
la mafia è una montagna di merda! Io voglio urlare che mio padre è un leccaculo! Noi
ci dobbiamo ribellare. Prima che sia troppo tardi! Prima di abituarci alle loro facce!
Prima di non accorgerci più di niente!"


Tratta dal film I cento passi di Marco Tullio Giordana, 2000.

(prof. Pisani)


lessico - pag.1

Mio padre, famiglia, paese: climax ascendente (disposizione di sostantivi appartenenti al medesimo campo semantico "a scala")

Presenti numerosi volgarismi di registro basso-colloquiale

fottermene: infischiarsene di qualcuno, di qualcosa

leccaculo: adulatore servile 

(prof. Pisani)


guida - pag.1

Alla memoria di Peppino Impastato, eroe nella lotta contro la mafia, è dedicato il film di Marco Tullio Giordana I cento passi così come numerosi brani musicali, tra cui quello dei Modena City Ramblers.

I cento passi rappresentano la distanza che separava l'abitazione di Peppino da quella del boss del paese Gaetano Badalamenti.
Nato a Cinisi, in provincia di Palermo, Peppino Impastato interrompe la relazione con il padre mafioso e avvia un'attività politico-culturale antimafiosa. Nel 1976 fonda Radio Aut, una radio libera autofinanziata tramite la quale denuncia gli affari e i traffici della mafia locale prendendo in giro mafiosi e politici con la seguitissima rubrica satirica Onda Pazza. Due anni dopo si candida nella lista di Democrazia Proletaria ma viene ucciso in un agguato durante la campagna elettorale, a 30 anni, dilaniato dall'esplosione di una carica di tritolo posta sotto il suo corpo, adagiato sui binari della ferrovia.

(prof. Pisani)


teoria - pag.1

CARATTERISTICHE 
SCOPO

Dal greco klímax, "scala", detto anche gradazione (gradatio), consiste nell'accostamento di termini o locuzioni semanticamente affini disposti in ordine graduale. L'ordine delle parole può essere di qualsiasi tipo: di forza, di altezza...

Se l'intensità è decrescente si parla di anticlimax o climax discendente o gradazione discendente.
Tale procedimento risulta efficace soprattutto in poesia, dove l'intensificazione del concetto attraverso la progressione naturale dal vocabolo più debole al più forte è incrementata in modo significativo dai valori fonici e ritmici delle parole.

 

"…Diverse lingue, orribili favelle,

parole di dolore, accenti d'ira,

voci alte e fioche, e suon di man con elle …"
(Dante, Inferno, III, vv.25-27)


I suoni sono graduati per intensità discendente, da intensi ed articolati diventano via via meno precisi.

 

…la terra ansante, livida, in sussulto;

il cielo ingombro, tragico, disfatto…"
(G. Pascoli, Il Lampo, vv.2-3)


Gli aggettivi riferiti prima al cielo e poi alla terra sono graduati per intensità crescente sottolineando il passaggio ad una condizione sempre più disperata.

  • Produce l'effetto di un'intensità espressiva crescente.

(prof. Pisani)


esercizi - pag.1

Esercizio n. 1

Leggi e ascolta il testo di canzone I cento Passi dei Modena City Ramblers scritta in memoria di Peppino Impastato, eroe siciliano nella lotta alla mafia, e sottolinea i climax presenti.

È nato nella terrra dei vespri e degli aranci
Tra Cinisi e Palermo parlava alla sua radio
Negli occhi si leggeva la voglia di cambiare
La voglia di giustizia che lo portò a lottare
Aveva un cognome ingombrante e rispettato
Di certo in quell'ambiente da lui poco onorato
Si sa dove si nasce ma non come si muore
E il nostro è un ideale ti porterà dolore
Ma la tua vita adesso puoi cambiare
Solo se sei disposto a camminare
Gridando forte senza aver paura
Contando cento passi lungo la tua strada

Uno, due, tre, quattro, cinque, dieci, cento passi
Uno, due, tre, quattro, cinque, dieci, cento passi
Uno, due, tre, quattro, cinque, dieci, cento passi


Poteva come tanti scegliere di partire
Invece lui decise di restare
Gli amici, la politica, la lotta del partito
Alle elezioni si era candidato
Diceva da vicino li avrebbe controllati
Ma poi non ebbe tempo perché venne ammazzato
Il nome di suo padre nella notte non è servito
Gli amici disperati non l'hanno più trovato
E allora dimmi se tu sai contare
E dimmi sai anche camminare
Contare camminare insieme a cantare

La storia di Peppino e degli amici siciliani

 

Uno, due, tre, quattro, cinque, dieci, cento passi
Uno, due, tre, quattro, cinque, dieci, cento passi
Uno, due, tre, quattro, cinque, dieci, cento passi


Era la notte buia dello stato italiano
Quella del 9 maggio '78
La notte di via Caetani del corpo di Aldo Moro
L'arma dei funerali di uno stato
E allora dimmi se tu sai contare
E dimmi sai anche camminare
Contare camminare insieme a cantare
La storia di Peppino e degli amici siciliani

Uno, due, tre, quattro, cinque, dieci, cento passi
Uno, due, tre, quattro, cinque, dieci, cento passi
Uno, due, tre, quattro, cinque, dieci, cento passi

 

(prof. Pisani)


esercizi - pag.2

Esercizio n. 2

Ricerca altre canzoni che abbiamo come figura retorica il climax.

(prof. Pisani)


esercizi - pag.3

Esercizio n. 3

Ricerca espressioni del linguaggio quotidiano con esempi di climax ascendente e discendente.

Esempi:

Ascendente

  1. Ti voglio bene, ti desidero, ti amo
  2. Desidero, voglio, pretendo.
  3. Carino, bello, bellissimo

Discendente:

  1. Bellissimo, bello, carino

(prof. Pisani)