Testi Letterari e Testi d'Uso
le Difficoltà della Classificazione

teoria - pag.1

Introduzione

Quando a scuola l'insegnante ti chiede quale tipo di libri leggi, oppure quando devi lavorare su un testo scritto, quasi sempre ti trovi davanti la domanda: "Qual è il genere?" E può esserti capitato di non saper rispondere.
In realtà la risposta non è così scontata.
Una prima idea di organizzare le varie forme e tipologie dei testi scritti risale addirittura al periodo classico, precisamente all'età alessandrina; da allora se ne è discusso spesso. Il Rinascimento e il Romanticismo hanno costituito altri due momenti fondamentali in merito ad un dibattito in realtà mai concluso. Questo perché i criteri in base ai quali organizzare una gerarchia dei testi non sono fissi, ma possono variare. Si può scegliere come indicatore il linguaggio o il tema dell'opera, come durante il Classicismo; oppure si può scegliere  la forma (narrativa o drammatica) e combinarla con i temi trattati, come fa il Romanticismo; o ancora rifiutare la classificazione e sottolineare che le commistioni tra i generi "tradizionali" sono sempre più frequenti.
È dunque chiaro che non può esistere uno schema organizzativo che sia valido in assoluto e per tutti.
Anche questo che ti forniamo è solo uno strumento, suscettibile di adattamenti, che però può aiutarti a capire meglio le varie forme e tipologie di testi e le loro caratteristiche peculiari.

(proff. Galeotti e Vecchi)