Esclamative
Contenuto Semantico

testo - pag.1

Verona, la casa dei Capuleti

GIULIETTA - O unico mio amore,
scaturito dall'unico mio odio!
O sconosciuto, troppo presto visto
e troppo tardi, ahimè, riconosciuto
per quel che eri.
O amore prodigioso,
ch'io debba amare un odiato nemico!

NUTRICE - Che è? Che vai dicendo?

GIULIETTA - Nulla, nulla.
Son versi da me appresi poco fa
da uno che ballava insieme a me

(Shakespeare, "Romeo e Giulietta, atto I, scena V)

(proff. Galeotti e Vecchi)


lessico - pag.1

scaturito = nato, uscito da

prodigioso = si dice di un fatto eccezionale, di qualcosa che sembra quasi dovuto ad un intervento dvino

ch'io debba amare un odiato nemico = in questo verso puoi riconoscere una antitesi, cioè una contrapposizione di significati tra amare e odiato nemico, così che i due concetti risultano reciprocamente rafforzati

O unico mio amore,
scaturito dall'unico mio odio
= anche in questi due versi puoi riconoscere una antitesi (di nuovo amore/odio) strutturata tramite un parallelismo nella disposizione delle parole

O sconosciuto, troppo presto visto
e troppo tardi, ahimè, riconosciuto
= in questi due versi, invece, oltre alle due antitesi (troppo presto - troppo tardi; sconosciuto - riconosciuto) puoi notare un chiasmo (figura retorica che incrocia i termini e/o i concetti, in modo da costruire una sorta di croce; il nome di questa figura retorica, infatti, viene dalla lettera khi dell'alfabeto greco corrispondente alla X)

(proff. Galeotti e Vecchi)


guida - pag.1

Dal testo alla teoria

Puoi servirti del brano alla pagina "Testo" per rintracciare vari tipi di proposizioni, non solo le indipendenti, ma anche le subordinate.

Puoi anche manipolare il testo, magari prima da solo e poi con qualche tuo compagno di classe, per ottenere di volta in volta tutte le possibili proposizioni indipendenti del tipo che stai studiando.

Naturalmente poi discuti con i tuoi compagni e con l'insegnante per verificare quale delle manipolazioni che avete effettuato risulti più o meno efficace e perché, non dimenticare che il testo che ti abbiamo fornito è in versi e questo richiede un'attenzione particolare.

(proff. Galeotti e Vecchi)


teoria - pag.1

La proposizione esclamativa è caratterizzata nella forma scritta dal punto esclamativo; essa esprime sorpresa, meraviglia, gioia, stupore, rabbia, e tutte le altre sfumature dei sentimenti e delle emozioni umane che dovrai rendere evidenti nel parlato tramite il tono enfatico della voce.

La trovi con il verbo coniugato all'indicativo, ma a volte anche all'infinito.

Esempi: Quanto sei noioso! / Non puoi immaginare la bellezza! / Che tristezza partire soli!

(proff. Galeotti e Vecchi)


esercizi - pag.1

ESERCIZIO 1

Esercitati a leggere le seguenti frasi esclamative modificando di volta in volta il tono della voce per rendere le diverse sfumature delle emozioni, poi pronunciale davanti ai tuoi compagni per fargliele individuare:

Oh, come sono emozionato!
Quant'è bella giovinezza! (da "Il trionfo di Bacco e Arianna")
Com'è educato il suo bambino!
Quanto è docile il cagnolino di Bruno!
Ma vai al diavolo!
Torna a casa presto!

(proff. Galeotti e Vecchi)


esercizi - pag.2

ESERCIZIO 2

Da solo o con un compagno descrivi accuratamente il seguente famoso quadro usando parecchie proposizioni esclamative:

"Il bacio" di Klimt

(proff. Galeotti e Vecchi)