Periodo ipotetico
Funzione

testo - pag.1

Riflessioni

C'è solo una cosa che vorrei da te: che mi ricordassi. Se tu ti ricordassi di me, non mi importerebbe nulla neanche se tutti gli altri mi dimenticassero.

Haruki Murakami, Kafka sulla spiaggia

Se io provassi a rilassarmi, andrei a pezzi. Ho sempre vissuto cosí, da tanto tanto tempo, e anche adesso è l'unico modo in cui posso vivere. Se una sola volta mi lasciassi andare, non potrei piú tornare indietro. E se andassi a pezzi, il vento mi spazzerebbe via.

Haruki Murakami, Norwegian Wood

Anche se quel giorno non ci fossimo incontrati tutto sarebbe andato nello stesso modo.
Ci eravamo incontrati perché doveva succedere, e anche se non fosse stato quel giorno, prima o poi ci saremmo sicuramente incontrati da qualche parte.
Naturalmente questa idea non si fondava su niente, ma era quello che sentivo.

Haruki Murakami, Norwegian Wood

(proff. Galeotti e Vecchi)


lessico - pag.1

Haruki Murakami = scrittore, traduttore e saggista giapponese che è finito già nel novero dei candidati al Premio Nobel per la letteratura.

Kafka = scrittore originario di Praga, vissuto tra il XIX e il XX secolo, famoso per aver scritto nel 1915 il racconto "La metamorfosi", in cui il protagonista Gregor Samsa si risveglia trasformato in uno scarafaggio. Il tema del racconto è appunto l'alienazione che porta l'uomo a perdere la propria identità, per cui il diverso è sempre emarginato e addirittura condannato dalla società. Nel racconto è infatti presente un costante senso di angoscia opprimente, che porta Gregor fino alla morte. La metafora dell'insetto è anche un modo per evidenziare la difficoltà dei rapporti familiari non solo per Gregor, ma per lo stesso Kafka che ha un legame conflittuale con il padre.

(proff. Galeotti e Vecchi)


guida - pag.1

Dal testo alla teoria

Trova nel brano tutti i periodi ipotetici, poi con i tuoi compagni trasformate il tipo: dalla realtà alla possibilità e all'irrealtà e viceversa. Come cambiano le riflessioni di Haruki Murakami? Quale manipolazione ti sembra più riuscita o incisiva? Perché? Discutine con i tuoi compagni e l'insegnante.

Puoi trovare esempi di periodi ipotetici nella poesia, sia quella antica che quella moderna. Ti suggeriamo innanzi tutto di cercare il famoso sonetto di Cecco Angiolieri "S'i' fosse foco". Forse è presente anche nella tua antologia o lo conosci perché ne ha fatto una sua versione il cantautore Fabrizio De André. 

(proff. Galeotti e Vecchi)


teoria - pag.1

il periodo ipotetico è un periodo costituito da due proposizioni che non puoi separare tra di loro: una è la subordinata condizionale, detta pròtasi che solitamente si colloca per prima, l'altra è la sua reggente, detta apòdosi che solitamente si colloca per seconda.

Esistono tre tipi di periodo ipotetico, a seconda di quanto è possibile, probabile o impossibile l'ipotesi (la condizione) che determina o determinerebbe o avrebbe determinato una certa conseguenza. Puoi vedere gli esempi nella tabella sottostante:

 
Pròtasi (o subordinata condizionale)
modo
Apòdosi (o reggente)
modo

 tipo - realtà (se si avvera una certa condizione, la conseguenza è certa)

se gli parli
indicativo
te ne convinci
indicativo
II tipo -  possibilità (se si averasse una certa condizione, la conseguenza sarebbe ancora possibile)
se gli parlassi
congiuntivo imperfetto
te ne convinceresti
condizionale presente
III tipo - irrealtà (se si fosse avverata una certa condizione, la conseguenza sarebbe stata possibile; ma ciò ormai non può più accadere)
se gli avessi parlato
congiuntivo passato
te ne saresti convinto
condizionale passato

(proff. Galeotti e Vecchi)


teoria - pag.2

N.B.: alcuni proverbi e modi di dire sono costituiti da periodi ipotetici, ma anche se rappresentano qualcosa di irreale nel significato, hanno la forma di periodi del II tipo: se aveva le ruote era una carriola e non come correttamente si dovrebbe dire: se avesse avuto le ruote sarebbe stato una carriola.

Attento dunque: nel parlato quotidiano si usa costruire il periodo ipotetico anche con due verbi coniugati all'indicativo imperfettoMA è una forma sconsigliata, almeno quando scrivi, perché è ancora considerato un errore. 

Esempio: se venivi con noi, ti divertivi (registro molto basso tipico della comunicazione informale) / se fossi venuto con noi ti saresti divertito (registro corretto).

(proff. Galeotti e Vecchi)


esercizi - pag.1

ESERCIZIO 1

Scrivi tre periodi ipotetici per ogni tipo richiesto. Confronta poi il tuo lavoro con quello dei tuoi compagni e discutetene.

Periodo ipotetico del I tipo

  1. ……………………………………………………………………………………………………………………………
  2. ……………………………………………………………………………………………………………………………
  3. ……………………………………………………………………………………………………………………………

Periodo ipotetico del II tipo

  1. ……………………………………………………………………………………………………………………………
  2. ……………………………………………………………………………………………………………………………
  3. ……………………………………………………………………………………………………………………………

Periodo ipotetico del III tipo

  1. ……………………………………………………………………………………………………………………………
  2. ……………………………………………………………………………………………………………………………
  3. ……………………………………………………………………………………………………………………………

(proff. Galeotti e Vecchi)


esercizi - pag.2

ESERCIZIO 2

Lavorando in coppia, sottolinea la pròtasi poi indica il tipo di ogni periodo ipotetico:

 

La nave partirebbe se il mare non fosse così agitato        I          II         III

Se otterrai la promozione ti regalerò il motorino              I          II        III

Ti avrei portata in vacanza se avessi ottenuto la promozione       I     II     III

Qualora fossero arrivati gli alieni, i TG avrebbero dato la notizia   I    II     III

Se non rinnoverai il passaporto non potrai andare in Australia     I     II    III

A patto che non nevichi il concerto potrebbe svolgersi lunedì      I      II    III 

(proff. Galeotti e Vecchi)


esercizi - pag.3

ESERCIZIO 3

Lavorando in piccolo gruppo inventa le condizioni, che scriverai nella forma di subordinate condizionali, per completare il periodo ipotetico di cui ti forniamo le principali e gli esempi:
Esempio: ... qualora avessi aiutato la vecchietta ... avrei ricevuto i complimenti di tutti
              ... se vincerò la gara di spelling ... riceverò il primo premio
              ... nel caso che rovinassi il vestito nuovo ... riceverei i rimproveri della mamma

 

.............................................................. avrei ricevuto i complimenti di tutti 

.............................................................. avrei ricevuto i complimenti di tutti 

.............................................................. avrei ricevuto i complimenti di tutti

............................................................................. riceverò il primo premio  

............................................................................. riceverò il primo premio  

............................................................................. riceverò il primo premio  

............................................................. riceverei i rimproveri della mamma  

............................................................. riceverei i rimproveri della mamma  

............................................................. riceverei i rimproveri della mamma  

(proff. Galeotti e Vecchi)


esercizi - pag.4

ESERCIZIO 4

Ti presentiamo un sonetto, di Guido Cavalcanti, che contiene degli esempi di periodo ipotetico, ma anche la canzone del rapper Jake la Furia "Se avessi un cuore". Prendi ispirazione da questi, o da altri testi che conosci, e scrivi un breve componimento poetico costruito con il periodo ipotetico. Puoi lavorare da solo o con qualche compagno. 

S'io fosse quelli che d'amor fu degno
Se avessi un cuore
S'io fosse quelli che d'amor fu degno,
del qual non trovo sol che rimembranza,
e la donna tenesse altra sembianza,
assai mi piaceria siffatto legno.
5e tu, che se' de l'amoroso regno
là onde di merzé nasce speranza,
riguarda se 'l mi' spirito ha pesanza:
ch'un prest' arcier di lui ha fatto segno
e tragge l'arco, che li tese Amore,
10sì lietamente, che la sua persona
par che di gioco porti signoria.
Or odi maraviglia ch'el disia:
lo spirito fedito li perdona,
vedendo che li strugge il suo valore.
 ...
Se avessi un cuore davvero sarei migliore
ed avrei più di tutto quello che ho,
però, chi ha troppo cuore si fida delle persone
e in queste strade forse è meglio di no, di no.
Se avessi un cuore, se avessi un cuore,
farebbe male anche alla testa ed agli affari ma
se avessi un cuore, se avessi un cuore,
non sarei sempre qui da solo aspettare frà.
...

(proff. Galeotti e Vecchi)