la Valenza del Verbo
Verbi con valenza variabile

testo - pag.1

Le avventure di Pinocchio

Questo brano è tratto dallla celebre favola di Carlo Collodi

Quando le gambe gli si furono sgranchite, Pinocchio cominciò a camminare da sé e a correre per la stanza; finché, infilata la porta di casa, saltò nella strada e si dette a scappare. E' il povero Geppetto a corrergli dietro senza poterlo raggiungere, perché quel birichino di Pinocchio andava a salti come una lepre, e battendo i suoi piedi di legno sul lastrico della strada, faceva un fracasso, come venti paia di zoccoli da contadini. — Piglialo! piglialo! — urlava Geppetto; ma la gente che era per la via, vedendo questo burattino di legno, che correva come un barbero, si fermava incantata a guardarlo, e rideva, rideva e rideva, da non poterselo figurare. Alla fine, e per buona fortuna, capitò un carabiniere il quale, sentendo tutto quello schiamazzo, e credendo si trattasse di un puledro che avesse levata la mano al padrone, si piantò coraggiosamente a gambe larghe in mezzo alla strada, coll'animo risoluto di fermarlo e d'impedire il caso di maggiori disgrazie. Ma Pinocchio, quando si avvide da lontano del carabiniere, che barricava tutta la strada, s'ingegnò di passargli, per sorpresa, framezzo alle gambe, e invece fece fiasco. Il carabiniere, senza punto smuoversi, lo acciuffò pulitamente per il naso (era un nasone spropositato, che pareva fatto apposta per essere acchiappato dai carabinieri), e lo riconsegnò nelle proprie mani di Geppetto; il quale, a titolo di correzione, voleva dargli subito una buona tiratina d'orecchi

 

Le avventure di Pinocchio, di Carlo Collodi

(prof. Chiodi)


lessico - pag.1

sgranchire (v.) = distendere, stirare gli arti aggranchiti o intorpiditi dal freddo o dall'immobilità, per sciogliere e rimettere in efficienza la muscolatura

lastrico (n.) = pavimentazione costituita da lastre o piccoli blocchi di pietra

barbero (n.) = si dice di cavallo allevato per correre un palio, in particolare quello di Siena

barricare (v.) = ostruire un accesso o un passaggio per difendersi e combattere

(prof. Chiodi)


guida - pag.1

- Lo scopo di questa lezione è di spiegare cosa siano i verbi con valenza variabile

- Dare una definizione di questi verbi in quanto presentano schemi valenziali diversi a seconda del significato che assumono. Ad esempio il verbo abbandonare può essere sia bivalente (Luca ha abbandonato il suo cane), sia trivalente (L'esercito ha abbandonato la città al saccheggio)

- Individuare nel testo verbi che possono avere valenza variabile e spiegare i diversi significati che possono assumere, facendo degli esempi con frasi. Il verbo "sgranchire" può essere utilizzato sia come intransitivo pronominale (Luca si sgranchì), sia come transitivo (Luca sgranchì le gambe)

- Cercare insieme agli studenti verbi con valenza variabile e fare degli esempi

- La conclusione è che il concetto di valenza variabile è direttamente collegato con la polisemia ovvero con la possibilità che ci offre la lingua di rappresentare, con un'unica parola, diversi significati

(prof. Chiodi)


teoria - pag.1

I verbi con valenza variabile sono quei verbi che presentano schemi valenziali diversi a seconda del significato che assumono. La valenza variabile è collegata con la polisemia ossia la coesistenza in uno stesso segno, di significati diversi. Per esempio, il verbo "abbandonare" può essere sia bivalente (in questo caso la sua valenza è saturata dal soggetto e dall'oggetto diretto) = Marina ha abbandonato il suo progetto, sia trivalente (in questo caso la sua valenza è saturata dal soggetto, dall'oggetto diretto e dall'oggetto preposizionale) = Il comandante ha abbandonato la città al saccheggio

(prof. Chiodi)


esercizi - pag.1

- Individua i verbi presenti nel teso e discuti sulla loro valenza

- Componi delle frasi con verbi che possono avere una diversa valenza come aumentare, scendere, abbandonare

- Utilizzando un dizionario su base argomentale, vai a cercare le voci dei seguenti verbi e controlla la loro struttura argomentale. Quando non è una sola, scrivi accanto a ciascun verbo una frase per ogni struttura:

  • retrocedere
  • rinviare
  • stampare
  • impegnare
  • assodarsi
  • generalizzare
  • correre

- Tra le seguenti frasi, ce ne sono alcune in cui il verbo ha una struttura argomentale. Costruisci altre frasi, dove è possibile, utilizzando lo stesso verbo con una diversa struttura argomentale:

  • La nebbia sale
  • Quella pianta ha preso
  • Io mi vesto
  • I prezzi sono aumentati
  • Leonora si levò presto
  • Ha indossato il cappotto
  • Franco e Maria si sono divisi
  • I guadagni compensano le spese
  • È avvenuto un fatto strano

(prof. Chiodi)