Verbi semi
Copulativi
Complemento Predicativo del Soggetto

testo - pag.1

Carpazi

E in quel momento, infatti, aveva pensato di regolare i conti.

Era così strano sentire qualcosa che aveva avuto fino all'ultimo e poi perderlo nella maniera più semplice e triste. Si disse, in quegli ultimi istanti, che non doveva pensarci più, o meglio che, se proprio doveva andare così, tanto valeva accettare quello che era venuto e arrendersi.

In un modo o nell'altro, quel fatto parve darle uno strano, bizzarro sollievo.

Finalmente avrebbe riposato.

Fu a quel punto, quando tutto ormai sembrava perduto, quando Kira sentì sciogliersi il mondo attorno a lei per lasciare spazio a un vuoto profondo eppure, dopo tutto, accettabile, che qualcosa cambiò completamente il corso delle stelle. Perché, davvero, fu proprio quello che accadde.

(Matteo Strukul, "I cavalieri del Nord")

(proff. Galeotti e Vecchi)


lessico - pag.1

bizzarro = strano, non usuale, inconsueto

cambiare il corso delle stelle = metafora che significa cambiare il proprio destino

(proff. Galeotti e Vecchi)


guida - pag.1

Dal testo alla teoria

Nel brano che ti proponiamo alla pagina "Testo" trova i complementi predicativi del soggetto.

Fai attenzione: potrebbero esserci anche esempi di complementi predicativi dell'oggetto (alcuni casi te li abbiamo già evidenziati)

Discuti poi con i compagni e l'insegnante, proponendo esempi da te inventati, per capire meglio l'elemento spiegato nelle pagine di "Teoria"

(proff. Galeotti e Vecchi)


guida - pag.2

Oltre il testo

Alle pagine "Testo" di questo gruppo di voci ti proponiamo dei brevi passi presi dall'ultimo romanzo di Matteo Strukul, "I cavalieri del nord".

Si tratta di un romanzo storico con elementi fantastici, che ti può offrire numerosi spunti di riflessione e discussione con i tuoi compagni e con l'insegnante:
- intanto puoi cercare i luoghi storici in cui la vicenda si svolge (dalla Russia baltica alla Transilvania) e puoi documentarti sull'epoca (il 1240) in cui è ambientata, per esempio puoi costruire una linea del tempo su cui collocare sia i fatti storici che le vicende del romanzo;
- dopo puoi cercare informazioni sui cavalieri teutoni, un ordine religioso monastico-militare che operava in quel periodo come braccio armato della Chiesa nella lotta per l'evangelizzazione di nuovi territori, al pari dei ben più noti cavalieri templari e comparare la loro storia;
- inoltre puoi trovare collegamenti tra questo romanzo e altre opere ambientate negli stessi luoghi, quali "Dracula";
- ancora puoi anche vedere alcuni film che si collegano al romanzo e poi discutere delle tematiche, delle somiglianze e differenze, dei personaggi e quant'altro con i tuoi compagni e con l'insegnante. Ti suggeriamo alcuni titoli: dal più antico "Aleksandr Nevskij" di S.M. Ejzenstejn, al più recente "L'ultimo dei templari" (di Dominic Sena in cui i due cavalieri protagonisti presumibilmente sono dei Teutoni); oppure "Le Crociate" di Ridley Scott
- infine, poiché il romanzo narra di un viaggio lungo ben 6000 km, puoi riflettere coi tuoi compagni sulla metafora universale del viaggio.

Analizza la struttura narrativa del romanzo: discuti la tipologia delle sequenze e rintracciane alcune esemplificative, riconosci i personaggi, delineane le caratteristiche e trova collegamenti con altri personaggi letterari, riconosci fabula e intreccio e lo scarto tra di loro (anacronie e rapporto tempo e durata).
In un secondo tempo discuti con i tuoi compagni quali elementi del romanzo puoi ricondurre al vero, quali al verosimile e quali all'inverosimile; per questo lavoro ti sarà d'aiuto la guida dell'insegnante che ti spiegherà le differenze tra le varie categorie (romanzo storico, fantastico, ecc).
Potresti, infine, informarti sulla differenza tra clero secolare (cioè i religiosi che vivono nel secolo) e clero regolare (cioè coloro che vivono in comunità religiose secondo i dettami di una Regola). Per esempio puoi riconoscere una simile distinzione nelle varie figure di religiosi presenti nei Promessi Sposi.

(proff. Galeotti e Vecchi)


teoria - pag.1

Come già sai, in italiano vi sono alcuni verbi che si comportano in modo analogo al verbo essere: non hanno cioè un significato in sé concluso e necessitano, pertanto, di una parte che li completi.
Tali verbi sono detti copulativi e la parte che li completa, quando sono coniugati al passivo, si chiama complemento predicativo del soggetto.

N.B.: per non confondere parte nominale del predicato e complemento predicativo:
- il predicato nominale è introdotto SOLO dal verbo essere
Esempi: La mia mamma è la migliore farmacista
             Sharon è la rappresentante di classe
             La strada è scivolosa per la pioggia

- il complemento predicativo esprime una condizione del soggetto.
Esempi: Oggi la mia mamma è stata giudicata la migliore farmacista
             Sharon è stata eletta rappresentante di classe
             La strada è resa scivolosa dalla pioggia

I principali verbi copulativi sono: gli estimativi (stimare, considerare, giudicare, ritenere, …), gli appellativi (chiamare, definire, …), gli elettivi (nominare, dichiarare, …), gli effettivi (fare, rendere, ...)

Puoi trovare altri verbi che si comportano allo stesso modo, cioè necessitano di una parte che ne completi il significato e dunque li devi accompagnare con un complemento predicativo del soggetto, come per esempio sembrare, parere, apparire, diventare, restare, ...
Esempio: L'ultimo disco di Zayn Malik mi sembra davvero originale

Il complemento predicativo del soggetto può essere collegato direttamente al verbo (Mia figlia è diventata madre la settimana scorsa), ma può anche essere introdotto da: in funzione di, a, per, come, in qualità di, in veste di, da, quale (Te lo dico da padre)

(proff. Galeotti e Vecchi)


esercizi - pag.1

ESERCIZIO 1

Riconosci nelle frasi il complemento predicativo del soggetto:

- "Noi, i ragazzi dello zoo di Berlino"

- Questa pietanza sembra gustosa solo a vederla

- Lo ha detto in qualità di sindaco: niente fuochi artificiali in città

- Questo libro pare scritto da Cicerone

- Quinto Fabio Massimo fu eletto dittatore e poi fu soprannominato il Temporeggiatore 

- Laura mi tratta solo da amico, mentre io ne sono innamorato

- Sono intervenuto alla festa in veste di ospite d'onore

- L'imputato è stato giudicato colpevole dall'opinione pubblica, non dalla giuria

- Dopo l'intervento del tecnico il mio computer è diventato più veloce

- Bologna era chiamata anticamente Felsina dagli Etruschi

(proff. Galeotti e Vecchi)


esercizi - pag.2

ESERCIZIO 2

Assieme ai tuoi compagni trasforma, quando è possibile, i complementi predicativi del soggetto delle frasi che trovi nell'esercizio 1, in complementi predicativi dell'oggetto.

(proff. Galeotti e Vecchi)