i Complementi Circostanziali
di Esclamazione

testo - pag.1

Il suo benessere, allora, pilotato da una salute di ferro, si fondava su una formidabile arte di accontentarsi che non ho più incontrato in nessun altro: era capace di contagiarti di entusiasmo per la pensioncina di Riserba dove passava l'agosto ("Letti comodi! Finestra sul viale a mare! E che bagno! Acqua calda e fredda tutto il giorno!"...), o di farti venire l'acquolina in bocca per come ti raccontava la prima colazione della mattina ("Latte! Caffè! Pane, burro e marmellata a volontà!!!"). Una volta mio fratello ce li accompagnò in macchina, a Riserba, e scoprì che in realtà si trattava di una specie di ospizio, con la campanella per i pasti e tutto: ma constatò anche che il nonno vi regnava senza rivali, da tutti venerato come fosse Obiwan Kenobi, il maestro della forza.

(S.Veronesi, Superalbo)

(proff. Arnoldi e Paini)


guida - pag.1

Leggi attentamente il brano proposto.

Puoi notare come tutte le espressioni in neretto indichino una esclamazione di stupore, meraviglia, entusiasmo rafforzata dal punto esclamativo.

Il complemento di esclamazione è molto utilizzato.

Fai attenzione a quando parli con i tuoi compagni e cerca di notare quante volte lo usi. 

Per esercitarti inventa un dialogo con il tuo compagno di banco contenente almeno tre complementi di esclamazione.

(proff. Arnoldi e Paini)


teoria - pag.1

Guai a te!

Guai a te è un complemento di esclamazione.

Il complemento di Esclamazione indica un sentimento di stupore, meraviglia, di dolore, di gioia ecc. 

Può essere rappresentato da una sola interazione oppure da una frase esclamativa, preceduta o meno dall'interiezione, di solito è seguita dal punto esclamativo (!)

(proff. Arnoldi e Paini)


esercizi - pag.1

Esercizio n. 1

Nelle frasi seguenti riconosci il complemeto di esclamazione e di vocazione.

1. Professore, ho lasciato il quaderno a casa! (Pistelli)

2. O falce di luna calante / che brilli su l'acque deserte, / o falce d'argento...! (D'Annunzio)

3. Ohimè! tacete e non apparecchiate altro. (Manzoni)

4. O Giovinezza, ahi me la tua corona / su la mia fronte già quasi è sfiorita. (D'Annunzio)

5. Ah, birboni! Ah, furfantoni! Ahi! Ahimè! Ohi! Ora ora! (Manzoni)

(proff. Arnoldi e Paini)